10 fumetti da non perdere a Lucca Comics + 1

Qualche consiglio su cosa non lasciarsi sfuggire durante l'imminente edizione del festival


Lucca Comics & Games è in arrivo. Nel nostro piccolo, vogliamo provare a fornire uno sguardo sul mare magnum di fumetti che saranno presentati in anteprima nel contesto della manifestazione. Un percorso di dieci fumetti, con l'aggiunta un volume "speciale", tenendo conto dei gusti squisitamente soggettivi dei vostri blogger preferiti e del taglio principalmente legato al fumetto italiano in tutte le sue sfumature (con un'unica irrinunciabile eccezione).
Seguendo un ordine assolutamente casuale, vi forniamo dunque un elenco - per forza di cose parziale e non esaustivo - di titoli e autori da tener d'occhio, avendo dovuto a malincuore rinunciare ad almeno altrettanti titoli, che per un motivo o per un altro non rientravano in questa top ten.


[Chi odia gli elenchi palesemente personali, è pregato di tenersi alla larga.]



Momenti straordinari con applausi finti di Gipi (Coconino Press)

"Viaggiavo in macchina. Intorno a me uno scenario di grande bellezza ma dalla radio entrava la realtà con tutta la sua brutalità, così quando ho fatto quelle tavole mi sono detto: "Gianni, tu qui devi dipingere bene!""
Queste frasi di Gipi, riportate sulle pagine di Robinson di Repubblica, ci introducono a una tra le opere più attese dell'anno, definita da Coconino come "una delle storie più belle mai pubblicate dalla nostra casa editrice". Considerando le tavole che l'autore ha condiviso in anteprima negli scorsi mesi e la stima che nutriamo nei confronti di Gipi, non stentiamo a crederci.




Il Confine - La neve rossa di Mauro Uzzeo, Giovanni Masi e Giuseppe Palumbo (SBE)

A Lucca farà il suo esordio la nuova - e lungamente attesa - serie dell'etichetta Audace dal titolo "Il Confine", ideata da Mauro Uzzeo e Giovanni Masi, che si preannuncia come "un thriller dalle atmosfere oniriche e morbose, in cui nulla è ciò che sembra e la linea sottile tra bene e male, come quella tra realtà e incubo, si fa sempre più labile", con influenze che vanno da Twin Peaks a Lost.
La serie è stata pensata sin dalla fase di progettazione per essere transmediale: è già in procinto di diventare una serie televisiva (co-prodotta da Lucky Red, come annunciato tempo fa qui), ma anche un gioco di ruolo e dei romanzi.




La Lucca di Dylan Dog (SBE)

Che si tratti del suo matrimonio, della fine del mondo, dell'inaspettato incontro con Batman, di una raccolta di interessanti interviste agli autori o addirittura del ritorno del suo ideatore alle sceneggiature, qualsiasi volume troviate a Lucca con protagonista l'Indagatore dell'incubo sembra fatto apposta per diventare un evento editoriale.
Dalla Wedding Box, che tra le altre cose presenterà in anteprima il numero 399 di Dylan Dog nel quale l'inquilino di Craven Road convolerà a nozze, a "E ora, l'Apocalisse", che proporrà in anticipo di circa due mesi rispetto all'uscita in edicola il numero 400 della serie regolare (che sarà poi proposto in edicola il 27 dicembre 2019). Quest'ultima, proposta in bianco e nero e con l'aggiunta di contenuti speciali, viene presentata dall'editore come "un'avventura dai toni surreali e spiazzanti, che sconvolgerà le basi dell'universo narrativo di Dylan Dog, indirizzandole verso nuovi, impensabili scenari di orrore", realizzata da Roberto Recchioni, Angelo Stano e Corrado Roi.
L'annuncio che ha fatto letteralmente il giro del web è poi quello dell'incontro tra Dylan Dog e Batman, con le rispettive nemesi e universi narrativi. “Relazioni Pericolose”, il numero zero del crossover, sarà scritto da Roberto Recchioni e disegnato Gigi Cavenago e Werther Dell'Edera e verrà proposto in esclusiva allo stand Bonelli di Lucca e sullo store online SBE, come anticipazione della miniserie di tre numeri prevista per il 2020.
Va citato anche il volume "Dylan Dog Talks", una raccolta di interessanti interviste agli autori (insieme a una storia inedita dell'Old Boy realizzata da Marco Nucci e Gigi Simeoni), seguito ideale del "Dylan Dog Diary".
Last but not least, una delle pubblicazioni che attendiamo con maggior interesse è “I Racconti di Domani”, che segna il ritorno di Tiziano Sclavi alle sceneggiature dell'universo narrativo dell'Indagatore dell'incubo. Accanto a lui, il grande Gigi Cavenago. Il primo volume, dal titolo "Il libro impossibile", sarà composto da quattro racconti «che saranno scritti solo domani».





Lo Sconosciuto - Le luci dell'Ovest di Daniele Brolli e Davide Fabbri (SBE)

A Lucca farà il suo esordio la nuova serie dedicata allo Sconosciuto di Magnus, all'interno dell'etichetta Audace di Sergio Bonelli Editore.
Le avventure inedite di Unknow riprenderanno infatti i fili narrativi interrotti dalla scomparsa di Magnus e saranno presentate in volumi cartonati da libreria.
"Le luci dell'Ovest", il primo volume, sarà sceneggiato da Daniele Brolli e disegnato da Davide Fabbri e, dopo l'anteprima a Lucca, arriverà in libreria, fumetteria e nello Shop online SBE a partire dal 21 novembre.




Attica #01 di Giacomo "Keison" Bevilacqua (SBE)

È praticamente un anno che attendiamo con ansia di poter leggere Attica.
La nuova serie di Giacomo "Keison" Bevilacqua sarà in anteprima a Lucca e poi da metà novembre in esclusiva per le fumetterie. Le storie sono state realizzate in collaborazione con Emilio Lecce e Davide Caporali, oltre a Giovanni Masi in qualità di story editor. Il formato degli albi sarà (evento inedito per Bonelli!) 13×18, con un esplicito riferimento al formato di un tankobon manga classico. Il primo numero avrà 160 pagine e conterrà anche le 16 pagine del numero zero pubblicato lo scorso anno durante il Free Comic Book Day (mentre gli altri cinque numeri saranno di 144 pagine).



Celestia vol. 1 di Manuele Fior (Oblomov Edizioni)

"La grande invasione è arrivata dal mare. Molti sono fuggiti, alcuni hanno trovato rifugio su una piccola isola della laguna. Un’isola di pietra, costruita sull’acqua più di mille anni fa. Il suo nome è Celestia."
Dopo ben cinque anni da "L’intervista", Manuele Fior torna con una nuova riflessione esistenziale, raccontando di "due ragazzi in fuga da loro stessi, dalle proprie paure, in cerca del proprio ruolo in un’epoca di grandi mutamenti".
Il primo di due volumi (con cover componibili) che non vediamo l'ora di leggere, ammirando le tavole di uno dei più grandi fumettisti della sua generazione.



Le ragazze del Pillar vol. 1 di Teresa Radice e Stefano Turconi (Bao Publishing)

"Le ragazze del Pillar" di Teresa Radice e Stefano Turconi è il primo volume di una serie aperta, attualmente senza un finale previsto, composta da storie autoconclusive interconnesse tra loro, incentrate sulle prostitute del bordello conosciute tra le pagine de "Il porto proibito". Ogni volume, edito da Bao Publishing, conterrà due storie complete e a colori.



House of X/Powers of X #1 di Jonathan Hickman e AA.VV. (Panini Comics)

Negli States per la Casa delle Idee gli ultimi mesi sono stati segnati dell'esordio dell'era mutante targata Jonathan Hickman. Un ciclo di storie del quale si continuerà a parlare ancora a lungo nel corso degli anni a venire, che giungerà in Italia in anteprima a Lucca.
Panini Comics presenterà infatti due quindicinali alternati: le due serie sceneggiate da Hickman, House of X e Powers of X, saranno pubblicate al ritmo di un albo alla volta all’interno de Gli Incredibili X-Men e nella testata gemella I Nuovissimi X-Men (per l’occasione ribattezzate rispettivamente House of X e Powers of X), ripercorrendo le modalità di pubblicazione originarie negli USA.
Inutile aggiungere che si tratta davvero di albi da non lasciarsi sfuggire.



Povero Pinocchio di Alessandro Bilotta ed Emiliano Mammucari (Star Comics)

Alla fine degli anni 90 Alessandro Bilotta ed Emiliano Mammucari erano nel gruppo di autori romani che hanno fondato la casa editrice Montego (insieme a loro Marco Marini, Franco Urru e Mauro Uzzeo). Dalla loro collaborazione vide la luce la graphic novel "Povero Pinocchio - storia di un bambino di legno", rivisitazione del romanzo di Collodi da un punto di vista inedito, che proprio a novembre di quest'anno compie vent'anni.
Per celebrare degnamente l'anniversario, l'opera verrà riproposta da Star Comics in una nuova edizione rimasterizzata in due versioni, standard e deluxe. Quest’ultima – in tiratura ultra-limitata e firmata, con contenuti extra (la sceneggiatura completa del volume) e una litografia – sarà in vendita esclusivamente durante la manifestazione e avrà una serie di impreziosimenti tipografici, tra cui sovraccoperta che richiama la cover del volume originale.
Un buon modo per approfondire gli esordi di due autori che hanno segnato in maniera indelebile il fumetto italiano.



Samuel Stern #1 di AA.VV. (Bugs Comics)

"Nel cuore di ogni essere umano c'è un'oscurità profonda. In quel luogo le voci degli altri diventano sgradevoli sussurri, si spegne ogni ricordo della luce del giorno e con esso ogni aspettativa di speranza e spontaneità. L'essere umano diventa estraneo a sé stesso. E la Morte sembra il male minore. In quel vuoto dell’anima, a volte entra qualcosa. Qualcosa di antico e innominabile, diverso e familiare al tempo stesso, combattuto dagli uomini sacri delle varie tradizioni. Coloro che, spezzati dalla vita, gettati nell'Abisso, hanno avuto la forza di tornare, guardare in faccia i propri demoni e combattere quelli altrui. Questa è la storia di uno di quegli uomini."
Le parole di presentazione Samuel Stern, enigmatico nuovo protagonista di una serie inedita targata Bugs Comics che esordirà in edicola il 29 novembre con una suggestiva cover realizzata da Maurizio Di Vincenzo con Valerio Piccioni ed Emiliano Tanzillo.
Una scelta decisamente in controtendenza, quella di approdare in edicola con una serie in formato bonellide, che, ci sentiamo di affermare, la Bugs potrà considerare vinta se riuscirà a portare avanti la serie distaccandosi dagli ovvi paragoni dei lettori ai suoi predecessori nel medesimo genere (da Dylan Dog a Dampyr, solo per citare i contemporanei).



+1:
Dampyr #236 - L'amica mortale di Giorgio Giusfredi e Alessio Fortunato (SBE)
Non l'abbiamo inserito nella lista di titoli "ufficiale" per non incorrere in una sorta di "conflitto d'interessi", ma il numero 236 di Dampyr sarà particolarmente speciale per noi Audaci per vari motivi. La storia porterà la firma di Giorgio Giusfredi e Alessio Fortunato, autori rispettivamente della sceneggiatura e dei disegni dell'albo, un team creativo che già ci aveva impressionato in passato su "Pianeta di sangue" (l'ultimo albo della serie da essi realizzato in team, il n. 221).
Ma non è solo questo a rendere l'albo peculiare. Infatti, l'albo avrà un'impronta decisamente unica: sarà disponibile a Lucca in edizione limitata con una speciale variant cover lenticolare realizzata dallo stesso Fortunato, che avrà un'impronta particolarmente "audace" come avevamo spiegato qui.



Commenti

Post più popolari