Tex Willer #11



Mettiamo sin da subito le cose in chiaro: non si tratta di remake e nemmeno di un reboot. Sono semplicemente le avventure del giovane Tex Willer. E, che ci crediate o meno, sono bellissime.
Un esempio? Questi nuovi episodi, incentrati sul percorso che conduce al primo incontro tra il futuro ranger e Mefisto, una delle nemesi più temute (nonché tra le più amate dai lettori), con il coinvolgimento di Kate Warne, una tra le prime donne ad assumere il ruolo di detective dell'Agenzia Pinkerton.



Come avevamo già accennato analizzando il numero precedente, questo nuovo ciclo è un western urbano delineato con la solita maestria dal curatore Mauro Boselli: un riuscito mix di spy story, intrighi e cospirazioni, ai quali si aggiunge l'elemento fantastico della magia grazie alla presenza di Steve Dickart, in arte Mefisto.
La storia è ambientata nella città di Saint Louis, animata in gran parte da una popolazione a favore dello schiavismo, e parla di un complotto ai danni del giovane avvocato Lincoln, candidato alle elezioni e contrario allo schiavismo. Il giovane Tex agisce da infiltrato per smascherare la congiura e l’agente Warne conduce parallelamente le proprie indagini.


Tanti sentieri narrativi che sembrano scorrere parallelamente e che invece plausibilmente porteranno a nuovi interessanti sviluppi, in una trama avvincente e ricca di sfumature, con un'incredibile densità di avvenimenti che tengono il lettore incollato alle pagine dell'albo. In alcuni frangenti della storia forse si ha l'impressione che il ritmo cali lievemente, anche per via della quantità di dialoghi. D'altro canto, ciò risulta comprensibile, considerando la natura intrinseca dell'episodio, in cui i vari ingranaggi narrativi si mettono in moto.

L'aspetto visivo, oltre alla nuova splendida cover di Maurizio Dotti (ormai una garanzia), continua a dimostrarsi sostanzialmente ineccepibile. Le tavole realizzate da Roberto De Angelis sono molto curate e offrono un'ottima caratterizzazione dei personaggi, ognuno catturato nella sua espressività e nella sua natura profonda.


Ci concediamo con una riflessione generale. Tex è l'unico personaggio Bonelli, allo stato attuale, al quale sono dedicate ben due serie regolari mensili (operazione che, ad esempio, nel comicdom statunitense è molto più frequente: si pensi, a titolo esemplificativo, alle pubblicazioni regolari incentrate su Spider-Man, Batman, Superman e così via). Leggendo queste storie si capisce che in effetti la sua longevità e l'immutato successo sono ampiamente meritati, grazie alla cura e alla dedizione che il team di autori continua a riporre, numero dopo numero, nel realizzare le sue storie.

Il sommo Audace 



Tex Willer - “I cospiratori di Saint Louis”
NUMERO: 11
DATA: settembre 2019
SERGIO BONELLI EDITORE
COPERTINA: Maurizio Dotti

SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Mauro Boselli
DISEGNI E CHINE: Roberto De Angelis




Tutte le immagini © 2019 Sergio Bonelli Editore.

Commenti

Post più popolari