Due opere di Donny Cates: "God Country" e "The Ghost Fleet"



In occasione della pubblicazione italiana di Silver Surfer Black, abbiamo ripercorso brevemente la carriera di Donny Cates (Autore rivelazione agli Audaci Awards 2019), recuperando alcune opere meritevoli.
In particolare, ci soffermeremo qui su God Country e The Ghost Fleet.


God Country, realizzato in coppia con Geoff Shaw, fonde elementi estremamente realistici come la perdita dei ricordi in un uomo affetto da Alzheimer a ingredienti fantasy come una spada dall'immenso potere e un demone giunto da un altro regno. 
Una storia emozionante e avvincente, ambientata in un Texas contemporaneo ma quasi da film western, che riesce a rimanere miracolosamente in bilico tra eroismo e quotidianità, tra pantagrueliche divinità e fragile umanità, tra enormi battaglie e tragedie personali.
Pubblicata in Italia da Panini Comics, è una lettura ampiamente consigliata, ad opera del team creativo che ci ha ammaliato con uno splendido volume di Thanos.


The Ghost Fleet - Il convoglio fantasma è una miniserie che racconta di camion, morte e vendette. È uno di quei casi in cui la dedica iniziale (a Kurt Russell) spiega già metà delle intenzioni degli autori, considerando la trama e l'approccio alla narrazione.
Pubblicata originariamente alcuni anni fa, contiene già tutto il carico di follia di cui è capace Donny Cates, mentre Daniel Warren Johnson ai disegni è sempre dinamico, nonostante in alcuni passaggi il suo stile risulti ancora un po' acerbo.
Alcune svolte narrative sono felici e sorprendenti, anche se non tutti i personaggi vengono approfonditi a dovere e soprattutto la svolta fantasy degli ultimi capitoli è un po' frettolosa: dall'intervista agli autori presentata in appendice al volume si comprende meglio la travagliata gestazione dell'opera e le ragioni che hanno condotto i due autori a farle assumere questa forma definitiva.
L'edizione cartonata Saldapress è comunque di ottima fattura.

Il sommo audace


Commenti

Post più popolari