Lucca 2018: le novità su Dylan Dog

Le novità dalla conferenza lucchese sul nuovo anno editoriale dell'Indagatore dell'incubo 


Sembra proprio che il 2019 sarà un anno molto importante per l'Indagatore dell'incubo. Il futuro del personaggio ideato da Tiziano Sclavi è stato al centro della conferenza lucchese dal titolo "Dylan Dog: L'anno della Meteora!" tenutasi sabato 3 novembre in una gremita Chiesa San Giovanni alla presenza del curatore Roberto Recchioni, in compagnia di Michele Masiero e Gigi Cavenago.
Vi riportiamo a seguire le principali novità editoriali annunciate e le anticipazioni.



- Il logo di Dylan Dog si modificherà mese dopo mese e si distruggerà alla fine del ciclo della meteora: la disgregazione del logo rappresenterà il cambiamento del mondo del personaggio.
- I tarocchi di Dylan Dog saranno pubblicati in allegato a quattro albi e il raccoglitore dei tarocchi sarà abbinato al Color Fest di febbraio, un albo legato al gotico che racconterà di un Dylan alternativo che vive sul finire dell'800 che si imbarca su una nave che porta a Dracula; la storia sarà scritta da Giulio Antonio Gualtieri e Fabrizio Accatino, con copertina di Nicola Mari.
- Dario Argento scriverà nuove storie di Dylan Dog. 



- Recchioni ha annunciato che si occuperà maggiormente delle sceneggiature in futuro (ad esempio del trittico di numeri: 399, 400, 401).
- Dal numero 401 l'universo di Dylan Dog cambierà, ma per certi versi ci sarà anche un ritorno alle origini del personaggio. Le storie che seguiranno saranno realizzate da un numero minore di sceneggiatori, per costruire archi narrativi più serrati tra loro.
- Su "I racconti del domani", la nuova serie ideata da Tiziano Sclavi: il primo numero sarà disegnato da Gigi Cavenago. Per il resto, "quando sarà pronta ne parleremo...".


Commenti

Post più popolari