Il Mecenate Audace: "Vita da pomodoro" di Tomato Comics

Una raccolta a fumetti che è un "concentrato" di vita!


Prima di parlare di Vita da pomodoro, fumetto pubblicato da BeccoGiallo che raccoglie storie inedite del collettivo Tomato Comics, è necessario presentare questo gruppo di ragazze che ha deciso di collaborare insieme, prendendo un pomodoro come simbolo.

Nato da un'idea di Kotopopi, Tomato Comics riunisce sette fumettiste che all'estero hanno trovato largo seguito pubblicando i propri lavori in lingua inglese: Miko, Bibi, Laura Romagnoli (che ha già pubblicato con BeccoGiallo), Sara Ferracuti, Silvia Carrus, Caterina Costa e la stessa Kotopopi. Con il collettivo, le autrici ripropongono in lingua italiana i propri fumetti per condividerli anche con il pubblico della loro terra d'origine, e lo fanno attraverso due profili Instagram: @tomato.comics, dove vengono pubblicate giornalmente strisce brevi, e @tomatowebcomics, account dedicato a storie più lunghe. Quest'ultimo profilo in particolare è seguitissimo e non è certo un caso che la prefazione di questo fumetto cartaceo sia stata scritta da Giacomo Bevilacqua, autore di uno dei webcomics italiani più famosi: A Panda Piace.

Verrebbe da pensare che questo Vita da pomodoro contenga soprattutto storie già pubblicate sui social, ma in realtà non è così: questo volume va in "controtendenza" rispetto al solito, infatti è formato da ben diciannove storie rigorosamente inedite.
Le ragazze di Tomato hanno deciso di creare da zero storie in cui molti lettori possono immedesimarsi, scegliendo come punto di partenza dei temi che vanno dalle proprie origini e al proprio senso di appartenenza alla femminilità, dalle proprie ambizioni personali alle difficoltà lungo il percorso per soddisfarle.

Vita da pomodoro, come recita il sottotitolo, è veramente un "concentrato di vite a fumetti". Sia online che su carta, Tomato Comics racconta una quotidianità in cui possiamo facilmente rispecchiarci. Ogni lettore troverà l'autrice con cui si sente più affine, dato che ognuna ha il proprio modo per raccontarsi: dal più spensierato (Miko) al più malinconico (Caterina Costa), dal più ironico (Laura Romagnoli e Sara Ferracuti) al più riflessivo (Silvia Carrus), dal più autobiografico (Kotopopi) al più surreale (Bibi). Certo, alcuni stili e mood ricordano altri webcomics più famosi, ma bisogna anche tener conto della giovane età delle autrici, prime tra tutte Caterina Costa, Sara Ferracuti e Miko (non che le altre siano “anziane”, ma hanno di sicuro più esperienza nel campo del fumetto).

Quelle raccontate da Tomato Comics sono storie semplici, sia nella trama che nel disegno, caratteristica che accomuna molti webcomics per la loro stessa natura: difficilmente un lettore sarà invogliato a leggere un fumetto digitale su smartphone, se è troppo "ricco" di elementi o confusionario. Le ragazze di Tomato sanno come si fanno i webcomics e sanno anche come essere seguite, e questo volume è una sfida per cominciare a raccontare storie più lunghe e impegnative, mantenendo comunque la "freschezza" che caratterizza i loro fumetti online. Una sfida che hanno deciso di affrontare su carta con un approccio un po’ diverso a quello che riservano al digitale (con episodi più lunghi, appunto), senza però tradire il modo in cui abitualmente fanno fumetti.


Vita da pomodoro è disponibile in tutte le librerie e fumetterie, oltre che nei più famosi negozi online: a questo link potete comprarlo su Amazon!

Se siete alla ricerca di altri webcomics, il Mecenate Povero vi consiglia di spulciare questa lista di consigli di fumetti, tutti disponibili gratuitamente su Webtoon!


Il Mecenate Povero
(Vanessa e Marco)

Trovate le altre puntate della rubrica Il Mecenate Audace qui.

Commenti

Post più popolari