Lucca 2017: le dediche audaci

Un po' di quel che abbiamo raccolto alla fine della fiera...



Poche cose sono preziose per un appassionato di fumetti come tornare da Lucca Comics & Games e fare un bilancio dell'esperienza. Gli amici (re)incontrati, le chiacchierate con autori ed editori, gli incontri seguiti e le anteprime, attese per mesi o settimane, che si materializzato sotto i propri occhi.
Come sempre agli Audaci non piace solo portarsi a casa dei bei volumi ma anche avere qualche piccola dedica speciale, testimonianza dell'incontro con qualche autore che abbiamo avuto la fortuna di incontrare (e che ha avuto a sua volta il dubbio privilegio di essere importunato dai vostri blogger preferiti).
Dunque ecco a voi tutte (o quasi) le dediche, fatte su stampe, pagine bianche di volumi o in alcuni casi disegni realizzati appositamente da fumettisti garbati e in gran parte dalla sconfinata disponibilità.

Roberto De Angelis (Nathan Never)

Lucio Filippucci (Martin Mystère)



Galex (Amianto Comics)

Giuseppe Candita

Giuseppe Candita (autore di Manson,
su testi di Andrea Cavaletto)

Sara e Zazu, Amianto Comics (Smokey)

Collettivo Mammaiuto

Mojo Autoproduzioni

Tonio Vinci

Otto Gabos.

Manticora Autoproduzioni

Mauro Uzzeo, Giorgio Santucci, Gigi Cavenago (Dylan Dog)

Amianto Comics

Giuseppe Candita


Luca Enoch (Grouchomicon)

Sara "Sax" Guidi (Lazarus Ledd)
Don Alemanno (Gianni - Io abbraccio)
Fabrizio De Tommaso (Morgan Lost)
Val Romeo e Claudio Chiaverotti (Morgan Lost)

Roberto Recchioni (4 Hoods)

Giuseppe Lamola & Rolando Veloci

Commenti

Post più popolari