sabato 13 febbraio 2016

Preview: Brancaccio di Di Gregorio e Stassi

"La mafia uccide anche senza pallottole o bombe. Basta far finta che non ci sia."




Con Brancaccio, Giovanni Di Gregorio e Claudio Stassi hanno posto la loro attenzione su storie di mafia quotidiana nel quartiere palermitano che fu di Padre Puglisi. Un libro doloroso, fatto di piccole storie, che si avvale della prefazione di Rita Borsellino e che arriva in libreria nella nuova edizione BAO Publishing.
A seguire la presentazione del volume.

Comunicato stampa
Brancaccio 

Storie di mafia quotidiana di Giovanni Di Gregorio e Claudio Stassi, con la prefazione di Rita Borsellino. Un libro doloroso e necessario, nella nuova edizione BAO Publishing con una storia inedita a colori. 


"La mafia uccide anche senza pallottole o bombe. Basta far finta che non ci sia." 

Storie piccole, storie semplici (avrebbe detto Sciascia) collegate tra loro, ma ciascuna a proprio modo emblematica di un aspetto specifico. Brancaccio, di Giovanni Di GregorioClaudio Stassi, è un libro che ha segnato moltissimi lettori, e che torna in libreria, grazie alla nuova edizione BAO Publishing, in volume che comprende una storia inedita, a colori, e una nuova copertina.

La prefazione, dolorosa e necessaria, è di Rita Borsellino. Una piccola gemma del fumetto moderno, Brancaccio (che prende il titolo dal quartiere di Palermo di Padre Puglisi) è un libro che parla al cuore dei lettori e li invita a non accontentarsi delle risposte semplici e a non tacere il proprio sdegno.

Brancaccio è disponibile in tutte le librerie a partire dall'11 febbraio 2016.

Nessun commento:

Posta un commento