sabato 10 dicembre 2016

15 fumetti da regalare a Natale 2016 (+1)



Anche quest'anno non potevano mancare i nostri consigli per i regali fumettistici più audaci. Per il Natale 2016 vi proponiamo quindici opere (più una) pubblicate nel corso dell'anno, al solito differenziate in base alle persone a cui potreste donarli.
Su, è quasi Natale, non fate i Grinch!

[Come sempre, i nostri consigli sono legati a un gusto squisitamente soggettivo.

Tenetene conto, ma bando alle indecisioni... Stay audacity, stay Christmas!]


Per l'amica che sta per andare in viaggio in cerca di sé stessa:
Tumulto
di Alice Milani e Silvia Rocchi (Eris Edizioni)

Nato dall’esperienza autobiografica di Alice Milani e Silvia Rocchi (già parte del collettivo di autoproduzioni La trama), racconta di un viaggio in moto in ex Jugoslavia per trovare il coraggio di affrontare il domani. Gli stili delle due autrici si fondono a creare un tessuto unitario che è decisamente maggiore della somma dei singoli apporti.




Per l'amico appassionato di vampiri, di fiabe, di racconti del fantastico e di orrore:
Dampyr Magazine 2016
di Mauro Boselli, Paolo Bacilieri, Maurizio Colombo, Nicola Genzianella, Corrado Roi, Giorgio Giusfredi e al. (Sergio Bonelli Editore)

Un volume delizioso ed eccezionale, tra le migliori uscite in edicola di questa stagione fumettistica. Consigliato in particolare a chi volesse accostarsi a Dampyr pur non avendo familiarità con la sua continuità narrativa (ne abbiamo parlato qui, ma il riassunto è: fidatevi!).





Per l'amico fissato con Isaac Asimov, Philip K. Dick e Westworld:
Visione
di Tom King e Gabriel H. Walta (Panini Comics)

"La nuova serie di Visione di Tom King e Gabriel H. Walta è eccellente come tutti dicono."
Brian K. Vaughan

"...E forse anche di più!"
Gli Audaci





Per il fratellino che da piccolo sognava di fare l'astronauta:
Da quassù la Terra è bellissima
di Toni Bruno (Bao Publishing)

Perché "chi vuole guardare bene la Terra deve tenersi alla distanza necessaria…" (Italo Calvino).
Toni Bruno ha realizzato quello che è in assoluto uno dei fumetti più belli pubblicati quest'anno (abbiamo provato a spiegarlo qui).



Per il cugino che ha lo stomaco forte ed è letteralmente impazzito per True Detective:
Southern Bastards
di Jason Aaron e Jason Latour (Panini Comics)

Jason Aaron racconta il Sud degli States e riesce nel difficile compito di farci appassionare al destino di personaggi durissimi, che magari fino a un momento prima aveva fatto di tutto per rendere concretamente detestabili. E Jason Latour, con un tratto netto e una colorazione efficacissima, mostra a tutti cosa voglia dire interpretare al meglio una storia del genere.






Per tuo zio che ha tutti i Dylan Dog fino al 100 e "quelli successivi fanno tutti schifo":
Dylan Dog: Dopo un lungo silenzio
di Tiziano Sclavi e Giampiero Casertano (Sergio Bonelli Editore)

Il ritorno di Tiziano Sclavi ai testi di Dylan Dog è un evento da condividere con tutti quelli che hanno smesso di credere nel fumetto seriale da edicola.





Per tua zia che s'impegna nel sociale e con il volontariato (e che non disdegna una risata di tanto in tanto):
U come Umorismo
di AA.VV. (Slowcomix)

Un volume che ripercorre la storia del fumetto umoristico internazionale tramite gli omaggi di ben 35 autori, che realizzano storie brevi o illustrazioni che hanno come protagonisti personaggi più o meno noti della Nona arte.
I proventi di questo divertente e prezioso volume vanno alla Fondazione dell'Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze.




Per il cognato appassionato di fantascienza e ossessionato dal futuro (e che non odia il folklore):
Injection
di Warren Ellis, Declan Shalvey e Jordie Bellaire (SaldaPress)

Warren Ellis dovrebbe essere uno di quegli sceneggiatori che vivono di fama. Ogni sua nuova opera desiderata e ambita come succede solo per i grandi maestri. Invece capita che alcuni suoi capolavori passino quasi in sordina, mescolandosi nel mare magum delle uscite fumettistiche come se non fossero mai esistiti. Peccato per chi poi dovesse perdersi Injection, in cui la sfrenata fantasia dello scrittore inglese si mescola con i talenti in costante ascesa del disegnatore Declan Shalvey e della colorista Jordie Bellaire, per dar vita a uno dei nuovi titoli Image più interessanti in assoluto, il cui difetto principale è finire troppo presto.





Per l'amico appassionato di Gomorra:
Il paese dei tre santi
di Stefano Nardella e Vincenzo Bizzarri (Mammaiuto)

Ancora una grande opera per il collettivo Mammaiuto, stavolta realizzata dal duo pugliese Nardella/Bizzarri. Lo stile realistico della narrazione si fonde a disegni di rara efficacia per dar vita a una storia universale e al contempo ben radicata nel territorio in cui è ambientata (San Nicandro Garganico, paese del Gargano in cui è nato uno dei due autori e che ha tre santi patroni).





Per l'amico che continua a dire che a Lucca c'è sempre troppa fila:
The Walking Rat
di Leo Ortolani (Panini Comics)

In teoria ogni volume di Leo Ortolani meriterebbe di essere in questo elenco (pensiamo, ad esempio, allo Speciale Internet realizzato da Comics & Science per Lucca e contenente una spassosa storia inedita di Misterius). In questo caso però la riuscitissima rivisitazione di The Walking Dead merita tutta la considerazione del mondo, con il racconto di cosa voglia dire essere uno zombie e le sue metafore straordinarie sulle fiere del fumetto e sui lettori. (Per la cronaca, ne esiste anche un'edizione variant realizzata appositamente per Emergency)





Per la persona che ami:
Il suono del mondo a memoria
di Giacomo Bevilacqua (Bao Publishing)

Il suono del mondo a memoria è un'opera è permeata di una concreta poesia (sembra quasi un ossimoro, ma è così), scritta con un linguaggio che consente a Giacomo "Keison" Bevilacqua di essere al contempo aulico e reale, sognante e con i piedi per terra. Un po' come ogni storia d'amore.






Per l'amica che pensa che la sua vita non stia andando da nessuna parte:
La vita con Mr. Dangerous
di Paul Hornschemeier (Tunué)

Una storia acuta, intima e matura che non mancherà di sorprendere.




Per la zia appassionata di letteratura:
Edgar Allan Poe
di Dino Battaglia (Nicola Pesce Editore)

Nicola Pesce Editore ha inaugurato quest'anno una collana dedicata a uno dei più influenti maestri del fumetto italiano: Dino Battaglia. Ogni volume, cartonato e curatissimo, viene stampato in sole 1000 copie. Fate voi.




Per l'amico d'infanzia irascibile:
La rabbia
di Bambi Kramer, Filosa/Noce, Hurricane, Nomisake/Trapani, Ratigher, Sonno, Tso/Primosig, Zerocalcare, a cura di Valerio Bindi e Luca Raffaelli (Einaudi)

"La rabbia un tempo era un fenomeno collettivo, un sentimento da condividere che diventava movimento. Era politica", dice Luca Raffaelli nell'introduzione al volume.
Oggi la rabbia si è trasformata in qualcos'altro, un tumulto interiore e non meno identificativo di una generazione ben rappresentata nei fumetti di questi undici autori (trainati da nomi noti come Zerocalcare, ma decisamente tutti da scoprire).
Un volume sorprendente, che ci mette in comunicazione diretta con alcune tra le voci più interessanti del panorama underground.




Per chiunque non possieda nulla di Sergio Toppi:
Il Collezionista 
di Sergio Toppi (Collana IGrandi Maestri #1-3-6, Editoriale Cosmo)

Non smetteremo mai di lodare la costante operazione dell'Ed. Cosmo di portare in edicola gioielli perduti. Questo è uno di quelli che è impossibile non avere e non regalare a chiunque.




...+1

Per... No, davvero, questo è per tutti, lasciamo stare le categorie:
La terra dei figli
di Gipi (Coconino Press/Fandango)

Nessun colore, nessuna concessione autobiografica.
Solo Gipi che riesce a evitare di camminare sulle proprie orme, preferendo seguire strade nuove e inattese. E parlare dell'uomo in un modo che solo lui...





That's all.
Buon Natale (per una volta in anticipo!)


Nessun commento:

Posta un commento