lunedì 9 novembre 2015

Le nuove avventure a colori di Martin Mystère

Alfredo Castelli annuncia una serie “alternativa” e parallela a colori dedicata al Detective dell'impossibile



Non contento di esser stato nominato Maestro del fumetto dalla giuria del Gran Guinigi a Lucca Comics & Games 2015, Alfredo Castelli ha annunciato oggi alcune novità editoriali molto interessanti riguardo Martin Mystère. Quella più rilevante riguarda senz'altro il debutto di una serie “alternativa” a colori dedicata al Detective dell'impossibile, che sarà pubblicata a partire dal 2016 in parallelo alla serie regolare in corso.

Sul sito ufficiale della Sergio Bonelli Editore lo stesso Castelli ha dichiarato quanto segue:
<<Non si tratta di un “prequel”, né di un “ultimate” – ovvero una riscrittura semplificata per un pubblico giovanile – e neppure un “remake” o un “reboot” – cioè una completa ricostruzione di un personaggio e del suo mondo –, ma al tempo stesso è un po’ tutte queste cose. Posso anche dirvi che la serie è nata in modo “corale”, cioè scritta da un gruppo di autori che ha lavorato tenendo conto dei nuovi ritmi a cui ci hanno abituato cinema e televisione, e che io ne sono semplicemente l’ideatore e il supervisore, per non correre il rischio di cadere nei miei tipici meccanismi narrativi. Ma non vi parlo né degli sceneggiatori, né dei disegnatori, né dei coloristi, né delle storie, né delle molte altre novità della serie: questo è solo l’annuncio promesso nella rubrica di Martin Mystère; tutto il resto lo saprete tra un anno, in occasione, appunto, del lancio.>>

Sempre sul sito della casa editrice sono state pubblicate le prime tavole tratte dalle storie a colori in lavorazione.


Una delle tavole presentate in anteprima sul sito della Bonelli mostra un giovane Martin a Firenze, città nella quale anche il Martin Mystère "ufficiale" ha frequentato l'accademia delle Belle Arti (come vi mostriamo per audace completezza nell'immagine seguente!) e nella quale è tornato durante il ciclo dei "Mysteri italiani" (a partire da MM#134).


Castelli ha inoltre colto l'occasione per un'interessante digressione sui Martin Mystère “alternativi”, come quello le cui avventure sono ambientate negli anni ’30 (comparso sinora in Martin Mystère #320 e nell’Almanacco del Mistero del 2014 e del 2015).
<<Questi curiosi sdoppiamenti non hanno una spiegazione: è un po’ come succede con Topolino, se mi permettete l’accostamento un po’ presuntuoso, il quale, di tanto in tanto, vive avventure nel vecchio West o in altri momenti della storia. I lettori le accettano senza farsi domande, come se fosse un attore dalla forte personalità che recita in ruoli diversi, ma mantiene le proprie caratteristiche, e io ammetto di essere fiero di questa riconoscibilità che supera le barriere temporali.>>

A tal proposito il BVZA ha annunciato il ritorno del Martin degli anni ’30 sia in uno Special estivo di prossima pubblicazione che in un volume da libreria pubblicato da Sergio Bonelli Editore e dal titolo Martin Mystère - Fuori Tempo (che raccoglierà le prime succitate tre storie ambientate negli anni ’30 insieme alla ristampa a colori del numero 200).




Infine Castelli fa riferimento a un'altra iniziativa "ben più articolata e importante" della pubblicazione di Fuori Tempo, sulla quale però non può fornire ulteriori dettagli ("non è infatti coinvolta solo la Bonelli, ed esistono accordi precisi sulla diffusione delle informazioni")Secondo quanto da noi riportato qui, ipotizziamo si tratti della nuova stagione della serie d'animazione di Martin Mystery.
Va precisato che questi annunci erano originariamente previsti nel contesto del festeggiamento per i cinquant'anni di carriera di Castelli a Lucca Comics & Games durante l'incontro dedicato al futuro della Sergio Bonelli Editore. La lunghezza dell'evento (oltre due ore!) ha fatto sì che queste news vedessero la diffusione solo oggi (ma se leggete qui noterete che, essendo stati tra i pochi a seguire tutto l'incontro, fino alla fine, vi avevamo già fornito cenni di quanto emerso compiutamente solo ora).

Nessun commento:

Posta un commento