martedì 23 gennaio 2018

Preview: Non è te che aspettavo

Fabien diventa padre di una bambina con la sindrome di Down e racconta a fumetti il suo percorso di vita






Con Non è te che aspettavo, Fabien Toulmé affronta il tema dell'accettazione della diversità e della disabilità, narrando del rapporto con sua figlia, una bambina con trisomia 21. Una toccante storia d'amore, in libreria dal 25 gennaio 2018 per Bao Publishing.

Comunicato stampa
Non è te che aspettavo

Questa è la storia di un incontro. L’incontro tra un padre e sua figlia, che è diversa dalle altre. Per Fabien, l’annuncio della sindrome di Down della piccola Julia significa il mondo che gli crolla addosso. Come si affronta la disabilità di una bambina? Come si impara ad accettare per essere capaci di amare?


Tra collera, dubbi, momenti tristi e di inattesa gioia, l’autore racconta il difficile cammino che l’ha portato verso sua figlia. Una storia d’amore, toccante e delicata, tenera e sincera, sul tema universale della differenza.

BAO Publishing è lieta di annunciare l'uscita di Non è te che aspettavo, il nuovo graphic novel di Fabien Toulmé, un racconto sincero, tra collera e dubbi, tristezza e gioia inattesa, del padre di una bambina con trisomia 21.

Fabien diventa padre di Julia, ma non si aspettava di avere una figlia con la sindrome di Down. Dall'istante in cui l'ha saputo, ha lottato contro se stesso per accettare questo fatto, e quando sua figlia è nata si è dovuto reinventare per accettarla e accettarsi. Un lungo percorso di trasformazione per lui e la sua famiglia, verso una nuova visione dell'amore e della diversità.

E un giorno ha deciso di scrivere e disegnare questo libro, toccante e lieve, per spiegare questa trasformazione.
Fabien Toulmé è diventato fumettista, per amore di sua figlia. Per raccontare quell'amore.

Non è te che aspettavo è disponibile in libreria dal 25 gennaio 2018.
 
Fabien Toulmé nasce nel 1980 a Orléans. Appassionato di fumetti, decide di laurearsi in Ingegneria Civile e Urbanistica con lo scopo di apprendere le basi della costruzione di una tavola. Nel 2001 si sposta sotto i Tropici (Benin, Guiana, Brasile, Guadalupa). Nel 2009, stanco dell’acqua limpida e del cocco, torna in Francia ad Aix-en-Provence. Comincia così a pubblicare illustrazioni e fumetti su diverse riviste (Lanfeust Mag, Psikopat, Spirou, ecc.) e serie antologiche come Alimentation générale (Vide Cocagne), Vivre dessous (Manolosanctis), Les Autres Gens (Dupuis). Non è te che aspettavo è il suo primo graphic novel.

Nessun commento:

Posta un commento