martedì 12 dicembre 2017

30 fumetti da regalare a Natale 2017


Rieccoci con i nostri consigli per i regali fumettistici più audaci. Anche quest'anno non poteva mancare la nostra selezione natalizia, costituita da ben trenta opere pubblicate nel corso del 2017, al solito differenziate in base ai destinatari dei regali.
Su, è quasi Natale, è il momento giusto per pensare a cosa mettere sotto l'albero!


[Come sempre, i nostri consigli sono legati a un gusto squisitamente soggettivo.
Tenetene conto e non prendeteli per oro colato!

Stay audacity, stay Christmas!]


Per l'amico appassionato di calcio:
Una maglia per l'Algeria 
di Kris, Bertrand Galic e Javi Rey (ReNoir)

ReNoir propone in Italia la storia a fumetti dei giocatori della prima nazionale algerina, campioni di una squadra di un paese che ancora non esisteva (potete dare uno sguardo ad alcune tavole del volume qui).





Per l'amico cresciuto leggendo storie dei grandi autori di comics americani:
Memorabilia
di Sergio Ponchione (Oblomov Edizioni)

Tra omaggi e autobiografia, Ponchione ripercorre la vita e le opere di alcuni grandi maestri del fumetto, da Steve Ditko a Jack Kirby, da Wally Wood a Will Eisner, passando per Richard Corben.




Per chiunque non abbia mai letto Mercurio Loi:
Mercurio Loi
di Alessandro Bilotta e Matteo Mosca (Sergio Bonelli Editore)

Tutto parte da qui. 
La riedizione a colori, in grande formato e cartonata della primissima avventura di Mercurio Loi, pubblicata in origine nella collana Le Storie. Un modo per fare la conoscenza di una serie elegante e raffinata, sceneggiata da un Alessandro Bilotta sempre più grande e da un team di disegnatori in grado di tradurre tutto in bellissime immagini.



Per l'amico visionario:
La rivolta di Hopfrog e altre storie 
di Christophe Blain e David B. (Oblomov Edizioni)

In soli pochi mesi di vita, la Oblomov di Igort ha macinato titoli uno più imperdibile dell'altro. Impossibile non citare quest'opera, originariamente pubblicata in Francia da Dargaud, frutto della collaborazione tra due dei più apprezzati maestri del fumetto d'oltralpe.



Per l'amico appassionato di Fumetto in quanto linguaggio e forma espressiva (ma ovviamente non solo per lui): 
La trilogia 
di Guido Buzzelli (Coconino Press/Fandango)

La rivolta dei racchi, I labirinti e Zil Zelub sono le storie che hanno consacrato Guido Buzzelli nel panorama artistico internazionale: un volume "affascinante, feroce contro il potere, ambizioso e dannatamente divertente".
A cinquant'anni anni dalla prima pubblicazione, Coconino ristampa queste pagine a dir poco fondamentali per la Storia del Fumetto, realizzate da un autore definito il "Goya del fumetto".




Per lo zio che ama tenersi informato sul mondo:
Fedele alla linea
di Gianluca Costantini (BeccoGiallo)

Uno dei pionieri del graphic journalism in Italia raccoglie un decennio di racconti in questo volume, preziosa testimonianza di un modo di fare fumetto accostabile al giornalismo e alla cronaca, in grado di darci uno sguardo interessante sulla realtà che ci circonda.




Per il fratello (o la sorella) maggiore, amante della musica di Fabrizio De André:
Uomo Faber 
di Fabrizio Càlzia e Ivo Milazzo (NPE)

Nicola Pesce Editore inaugura una fondamentale collana monografica dedicata a uno dei maestri del fumetto italiano, Ivo Milazzo, con questo volume biografico su Fabrizio De André, sceneggiato da Fabrizio Càlzia.




Per l'amico che cerca costantentemente le cose più belle:
Il Commissario Spada. Tutte le storie Integrale
di Gianluigi Gonano e Gianni de Luca (Oscar Ink)

Un sontuoso tomo di circa 700 pagine con tutte le storie del Commissario Spada di Gianluigi Gonano e Gianni De Luca. Un volume imprescindibile, di importanza capitale per la storia del fumetto: con questo andate davvero sul sicuro.




Per quell'amico che tiene sempre la testa sul suo smartphone:
#Like4Like
di Marco Rincione e Prenzy (Shockdom)

In questa storia (da noi recensita qui) Marco Rincione e Francesco "Prenzy" Chiappara affrontano di petto il tema decisamente attuale della ricerca di apprezzamento altrui attraverso il gradimento sui social network.
Davvero è impossibile vivere oggi trascurando like, hashtag e followers?



Per un regalo da re:
King-size Kirby
di Jack Kirby e AA.VV. (Panini Comics)

La pantagruelica antologia dedicata a Jack "The King" Kirby in occasione dei cent'anni dalla sua nascita è anche un modo per ripercorrere il meglio della sua produzione sconfinata [i dettagli editoriali: "816 pagine, 47 storie dal 1940 al 1978, tra cui molte inedite in Italia, raccolte in un coffee table book (24x32,5 cm) con cofanetto e scatola protettiva"].


Per gli amici che flettono i muscoli e sono nel vuoto:
Rat-Man La fine 
di Leo Ortolani (Panini Comics)

L'enorme Omnibus che raccoglie l’intera lunga saga finale originariamente apparsa nei numeri dal 113 al 122 di Rat-Man Collection, la "storia che mette fine a tutte le storie di Rat-Man!".


Per l'amico che esclama spesso "Giuda ballerino!":
Tiziano Sclavi. Narratore dell'incubo
a cura di Franco Busatta e Federico Maggioni (Sergio Bonelli Editore)

Non è un fumetto ma un volume decisamente interessante, ricco di materiale inedito su Tiziano Sclavi e corredato da commenti di colleghi e amici sul lavoro del papà di Dylan Dog. 





Per quell'amico a cui hai sempre voluto far conoscere Neil Gaiman: 
Neil Gaiman Collection 
di Neil Gaiman e AA.VV. (RW Lion)

Un cofanetto che contiene quattro volumi di Neil Gaiman dedicati rispettivamente a Batman, Death, Hellblazer e Sandman. Un buon modo per approcciarsi all'immenso sceneggiatore britannico.



Per lo zio appassionato di Diabolik: 
Diabolik fuori dagli schemi 
di AA.VV. (Oscar Ink)

Un volume speciale con storie brevi di Diabolik realizzate da grandi nomi del fumetto nostrano provenienti da ambiti diversi, pubblicato in occasione dei 55 anni del personaggio.

Copertina di Milo Manara.






Per chi ama farsi quattro (anzi, dodici) risate:
Grouchomicon 
di AA.VV. (Sergio Bonelli Editore)

Dodici albetti dedicati a Groucho e realizzati da autori rappresentativi del fumetto italiano contemporaneo, da Zerocalcare a Sio, da Giacomo Bevilacqua a Riccardo Torti, da Luca Enoch ai fratelli Riccione. I Grouchini sono racchiusi in un contenitore a tiratura limitata che contiene anche un albetto speciale realizzato da Tiziano Sclavi e Alfredo Castelli.




Per chi crede che sia impossibile scrivere storie belle e interessanti su Superman:
Superman: Alieno Americano
di Max Landis e AA.VV. (RW Lion)

La crescita di Clark Kent in una delle storie di Superman più belle degli ultimi anni (vedi anche questa bellissima analisi su Lo Spazio Bianco), che ci offre uno sguardo inedito sulla costruzione del personaggio realizzato da una penna capace (lo sceneggiatore e regista Max Landis) affiancata dalle matite di sette talentuosi disegnatori.




Per una persona a cui vuoi tanto bene:
Non stancarti di andare 
di Teresa Radice e Stefano Turconi (Bao Publishing)

Non stancarti di andare è un romanzo grafico denso, impegnato e impegnativo, incentrato sul senso dell'esistenza e della distanza. Una storia per distruggere le barriere, per imparare ad amare senza riserve, realizzata dalla coppia di autori responsabile di opere stupende quali Il porto proibito, Viola giramondo e Pippo reporter (parliamo ovviamente di Teresa Radice e Stefano Turconi).



Per chi legge tanto e ha amato Il nome della rosa:
Stupor Mundi 
di Néjib (Coconino Press/Fandango)

Un thriller medievale, un romanzo storico ambientato a Castel del Monte, alla corte dell’imperatore Federico II. Vincitore del Prix Révélation Quai des Bulles 2016, Stupor Mundi è stato anche selezionato tra i migliori graphic novel al Festival di Angoulême 2017.






Per chiunque sia convinto che i supereroi non esistono:
Loop 
realizzato dal 'Progetto Giovani' e dal Mammaiuto Lab (Rizzoli Lizard)

Edito da Rizzoli Lizard, il volume è frutto del lavoro dei ragazzi del 'Progetto Giovani' della Pediatria Oncologica dell’Istituto dei Tumori di Milano, realizzato in collaborazione con il Mammaiuto Lab (Giorgio Trinchero, Claudia "Nuke" Razzoli e Francesco Guarnaccia) e presentato come segue:
"Per certe battaglie servono dei superpoteri che a volte non sappiamo di avere...Dopo la canzone Palle di Natale noi ragazzi del Progetto Giovani vogliamo raccontarvi cosa vuol dire ammalarsi di tumore durante le scuole superiori e, questa volta, lo facciamo attraverso un fumetto. Abbiamo inventato e tirato fuori il supereroe, nascosto in ognuno di noi.E' una storia che parla di poteri, ma anche di cambiamenti e cicatrici: il titolo è molto chiaro, INDIETRO NON SI TORNA."




Per l'amico appassionato di storie di mare:
Hellboy nel mare silente
di Mike Mignola e Gary Gianni (Magic Press)

Per mano di Mignola il "Ragazzo dell'inferno" si trova a vivere "la classica notte buia e tempestosa in cui i racconti dei marinai diventano realtà", tra citazioni delle ballate di Bayly e versi di Coleridge, con un inevitabile riferimento a Melville e suggestivi cenni alle superstizioni dei marinai e ai pericoli dell'approfondire troppo la conoscenza del male.




Per l'amico che crede di essere il solo a non riuscire a trovare la sua strada:
L'uomo senza talento 
di Yoshiharu Tsuge (Canicola Edizioni)

Un classico del genere gekiga edito in Italia da Canicola, vincitore quest'anno del Premio Gran Guinigi Stefano Beani come iniziativa editoriale. Un fumetto intenso, introspettivo, profondo, che parla dell'interiorità, del valore dell'arte e del significato della bellezza.




Per l'amante dei thriller:
Mani nude 
di Paola Barbato, Paolo Armitano e Davide Furnò (Sergio Bonelli Editore)

Una delle novità bonelliane di maggior rilievo di quest'anno è la pubblicazione di volumi inediti direttamente nel mercato delle librerie, avvenuta in maniera particolarmente incisiva con i volumi presentati in anteprima a Lucca: da UT - L'inizio a Senzanima, fino ad arrivare a questo Mani nude. Inserito nella nuova la collana "Gli inediti", riprende la storia del secondo romanzo di Paola Barbato, pubblicato da Rizzoli nel 2008, per i disegni sporchi di Paolo Armitano e Davide Furnò.





Per l'amico che cerca il proprio destino [ma soprattutto per qualcuno che sei sicuro non ce l'abbia già (e non è semplice)]:
Macerie prime
di Zerocalcare (Bao Publishing)

Come dicevamo qui, impossibile non immedesimarsi in quello che succede a Zerocalcare e ai suoi amici in Macerie prime: il loro è il ritratto crudo e schietto dei giovani nel nostro Paese. Una generazione di "potenzialità e talenti inespressi" che ogni giorno cerca di sopravvivere e lottare per trovare il proprio posto nel mondo.



Per l'amico che ti ripete sempre che i fumetti sono un po' come dei film a cui manca solo il sonoro:
Dylan Dog #374 - La fine dell'oscurità (edizione variant)
di Mauro Uzzeo e Giorgio Santucci (Sergio Bonelli Editore)

No, non è solo per la copertina che, quando la apri, emette un urlo che riproduce quello del campanello di Craven Road.
Non è nemmeno per quelle scene che, pare, hanno fatto tanto imbestialire lettori che non ne hanno colto minimamente il senso.
È anche e soprattutto perché questa è una delle storie di Dylan Dog più belle di quest'anno.
In un'intervista a Marco Nucci, Mauro Uzzeo ha definito La fine dell'oscurità:
"Una storia sull’apocalisse, forse la più spaventosa, tra le tante possibili, perché sarà quella a cui nessuno crederà. Arriverà nel momento in cui la verità sarà stata così tanto svilita dai mezzi d’informazione, dai social, dal propagarsi senza freno delle bufale, che tutto sarà cancellato dall’entropia nella totale indifferenza della gente che avrà smesso di credere a qualsiasi cosa, anche a quel che gli si para davanti agli occhi."
Un racconto dove la realtà diventa figlia della percezione, diretta conseguenza di ciò che ognuno di noi sceglie di vedere e delle cose in cui si crede.
(E ora vogliamo la riedizione in volume cartonato, ma questa è davvero un'altra storia).




Per l'amico appassionato di storia americana recente e/o alla questione razziale:
March
di John Lewis, Andrew Aydin e Nate Powell (Oscar Ink)

La lunga e complessa marcia per l'affermazione dei diritti civili negli States raccontata da uno dei protagonisti: scritto da John Lewis insieme a Andrew Aydin e disegnato da Nate Powell, racconta la storia dello stesso Lewis in un lungo memoir caratterizzato da una narrazione lineare e cristallina e da un ottimo storytelling.




Per il cugino che da piccolo leggeva Topolino:
La gioventù di Mickey 
di Tébo (Giunti)


Alcuni importanti autori di comics a livello mondiale (come Tébo, Cosey, Lewis Trondheim e Nicolas Keramidas) hanno reinterpretato i personaggi Disney seguendo la loro sensibilità e i loro stili. Questo è uno degli esempi più riusciti.




Per chi odia la guerra:
Stagioni. Quattro storie (e mezza) per EMERGENCY 
di Antonio Bruscoli, Mario Spallino, Simona Binni, Paolo "Ottokin" Campana, Francesca Carità, Gud, Roberto Maccaroni, Patrizia Pasqui, Stefano "S3KENO" Piccoli, Marco Rocchi (Tunué)

Un volume importante, che narra "l'orrore della guerra, ma anche il coraggio, la rinascita e la lotta di chi resiste nonostante tutto".








All'amica che cerca sempre valide scuse:
Escamotage
del collettivo Mammaiuto

Dopo il felice esperimento di Un ragazzo parte per un viaggio, ferisce qualcuno, non torna più a casa, composto da storie che condividevano il medesimo soggetto, il collettivo Mammaiuto propone una nuova raccolta di storie brevi realizzate durante un ritiro di 48 ore in una campagna toscana, che chiaramente hanno avuto necessità di vari stratagemmi ed espedienti narrativi e visivi per essere portate a compimento. I trucchi del mestiere nudi e crudi, come raccontato anche in un omonimo documentario di Gabriella Denisi incentrato sul processo di realizzazione dell'antologico.




Per il/la cugino/a che non crede più nella magia del Natale:
Klaus
di Grant Morrison e Dan Mora (Panini Comics)

Non solo un personaggio incredibilmente figo: raccontare le origini di Babbo Natale è per Grant Morrison (accompagnato dal sorprendente Dan Mora al tavolo da disegno) un modo per proseguire nel suo personale percorso sulle icone del nostro tempo, aggiungendo stavolta da un lato una patina di favola senza tempo e dall'altro la lotta contro la tirannia a favore del popolo.





Per fare un regalo a qualcuno (es. il/la fidanzato/a o il marito/la moglie) solo come scusa per poi tenerlo tu:
Quimby the Mouse
di Chris Ware (Oblomov Edizioni)

Un'opera di Chris Ware ancora inedita in Italia, omaggio a Felix the Cat e Mickey Mouse.
Basta questo.








Nessun commento:

Posta un commento