venerdì 12 maggio 2017

Preview: The Private Eye

Una detective story distopica ed estrema firmata da Brian K. Vaughan e Marcos Martin



Nel 2013 lo sceneggiatore Brian K. Vaughan e il disegnatore Marcos Martín fondarono Panel Syndicate, piattaforma digitale di webcomic realizzati in diverse lingue e basata sul metodo Pay What You Want (ovvero di vendita a un prezzo deciso dall'utente). Lì i due autori pubblicarono per la prima volta The Private Eye, opera vincitrice nel 2015 di un Eisner Award (come Best Digital/Web Comic) e di un Harvey Award (come Best Online Comics Work), che parla della privacy degli individui in una Los Angeles futura distopica ed estrema.
La storia, decisamente attuale, viene pubblicata in libreria in questi giorni da Bao Publishing.



Comunicato stampa 

THE PRIVATE EYE

In un mondo nel quale la privacy è stata abolita per legge, una detective story distopica ed estrema, raccontata con maestria assoluta dall'uomo che ha creato Saga, Brian K. Vaughan, coadiuvato ai disegni dall'inventiva del maestro spagnolo Marcos Martin. 

"The Private Eye offre le emozioni pulp dei migliori fumetti di un tempo - identità segrete, investigatori privati e un cattivo munito di razzo - ma getta anche uno sguardo serio sulla paura comune che i nostri piccoli segreti e misfatti digitali un giorno ci rovineranno." - SLATE MAGAZINE

BAO Publishing è orgogliosa di annunciare l'uscita del nuovo lavoro di Brian K.Vaughan, illustrato da Marcos Martin e Muntsa Vicente: The Private Eye. 
In una Los Angeles futuribile, dove la privacy dell'individuo è tornata di capitale importanza in seguito a una tragica fuga di dati planetaria, un paparazzo senza licenza indaga su un delitto inspiegabile.

Brian K. Vaughan crea una storia dolorosamente attuale, ma in un contesto hard boiled, e Marcos Martin e Muntsa Vicente la illustrano con immaginifica maestria.

Un volume cartonato, di grande formato, orizzontale, arricchito da un dietro le quinte ricco di dettagli inediti, The Private Eye è una riflessione acuta su ciò che facciamo quando crediamo che nessuno ci guardi, e sul prezzo altissimo di certi segreti.

The Private Eye è disponibile in libreria dall'11 maggio 2017.

Brian K. Vaughan è uno scrittore americano di fumetti e serie televisive. Nonostante abbia iniziato a scrivere per personaggi DC Comics e Marvel come X-Men e Batman, è famoso soprattutto per le sue opere originali, tra cui vanno ricordate Y: L’ultimo uomo, Ex Machina, Runaways e L’orgoglio di Baghdad, per le quali ha vinto quattro premi Eisner. Per la televisione, ha fatto parte del team creativo della serie Lost, per la quale è stato nominato per il Premio Writers Guild of America nella categoria “Best Drama Series”. Saga, insieme alla co-creatrice Fiona Staples, è il suo primo lavoro creator-owned. La serie si è aggiudicata numerosi riconoscimenti a livello internazionale, come gli Eisner Awards e gli Harvey Awards per tre anni consecutivi (2013, 2014, 2015). Nel 2013, in coppia con Marcos Martín, fonda Panel Syndicate, una piattaforma digitale di webcomic in diverse lingue basata sul metodo Pay What You Want, dove pubblica The Private Eye, su disegni di Martín. La serie, ristampata da Image Comics, è stata acclamata dalla critica e nel 2015 ha vinto un Eisner Award (come “Best Digital/Webcomic”) e un Harvey Award (come “Best Online Comics Work”). Nel 2017 è stata portata in Italia dalla Casa editrice BAO Publishing.

Marcos Martín è un disegnatore spagnolo molto attivo nell'editoria americana. Ha disegnato per le serie Marvel The Amazing Spider-Man e Daredevil e ha collaborato con la DC per Batman. Insieme a Brian Vaughan è co-creatore di The Private Eye. Inizia a lavorare nel mondo del fumetto disegnando alcune cover per riedizioni spagnole di albi Marvel e in seguito si reca a New York, proponendosi come disegnatore sia alla Marvel che alla DC Comics, gli viene così proposto di disegnare una storia breve su The Batman Chronicles. Torna in Spagna l'anno successivo, dove lavora con David Munoz su Hudini, ma nel 1999 è di nuovo a New York dove continua a collaborare con la DC per altri cinque anni, disegnando per numerose serie. Nel 2006 passa alla Marvel, dove inizia a collaborare con Brian Vaughan sulla serie Doctor Strange, e disegna diversi numeri di The Amazing Spider-Man, che gli valgono una nomina agli Eisner Award; nel 2011 inizia a illustrare Daredevil; la serie, appena rilanciata dalla casa editrice, vince un Eisner Award e ottiene due nomine come “Miglior Cover” e “Miglior Disegnatore”. Nel 2013 fonda Panel Syndicate, una piattaforma digitale di webcomics in diverse lingue basata sul metodo Pay What You Want, dove pubblica The Private Eye, su testi di Brian Vaughan.

Una preview del libro:
https://issuu.com/baopublishing/docs/preview_the_private_eye

Nessun commento:

Posta un commento