venerdì 10 marzo 2017

Audaci Awards '16 - PREMI SPECIALI & SPECIALISSIMI



Anche quest'anno i nostri Awards sono durati tanto, persino più del previsto. Come ormai consuetudine, chiudiamo questa esperienza con Premi speciali specialissimi, associati a sezioni meno "categorizzabili", come i fumetti umoristici, le ristampe e le serie indipendenti, senza trascurare il premio dedicato al Fumetto Audacissimo e quello al Fumetto Meno Audace, a cui quest'anno si aggiunge anche una Menzione Speciale.
In chiusura trovate un piccolo messaggio di commiato da questa rinnovata avventura awardistica, che come ogni anno ci ha restituito in affetto molto più di quanto abbiamo dato.
Buona lettura.


Audace fumetto umoristico
Il buio in sala di Leo Ortolani
Le recensioni cinematografiche a fumetti di Leo Ortolani, nate originariamente per il suo blog Come non detto, vengono raccolte su carta da Bao Publishing, con l'aggiunta di materiale inedito. Questo volume rappresenta un piccolo grande evento, anche perché, come giustamente afferma Doc Manhattan in una delle introduzioni al volume, Ortolani ha il pregio di conferire una ragione d'esistere anche ai lungometraggi teoricamente più inutili al mondo. 




Audace progetto in crowdfunding
Metamorphoses (Squame)
Metamorphoses è un progetto che comprende illustrazione e fumetto, in cui diversi autori hanno proposto una reinterpretazione dei miti tratti dalle Metamorfosi di Ovidio. L'antologia, curata dall'associazione Squame, ha visto all'opera artisti quali MartozRita Petruccioli, Marino Neri, Aka B, il Pistrice e tanti altri, realizzare una tavola a fumetti autoconclusiva e un'illustrazione ciascuno.


Audace serie indipendente
A sort of fairytale di Paolo Maini e Ludovica Ceregatti
A sort of Fairytale è una favola moderna narrata da Paolo Maini e Ludovica Ceregatti, un fumetto avventuroso e avvincente realizzato da una casa editrice piccola ma molto agguerrita.


Audace ristampa dell’anno
Tutto Pazienza
Una collana in venti volumi realizzata con competenza, completezza e cura editoriale encomiabili. Recupero consigliato a chiunque fosse intenzionato ad approfondire la conoscenza di Andrea Pazienza.

Audace casa editrice dell’anno
Eris Edizioni
In un costante crescendo, il catalogo della Eris ci ha regalato alcune delle opere più sorprendenti del 2016, da Special Exits di Joyce Farmer a Tumulto di Alice Milani e Silvia Rocchi, da Dressing di Michael DeForge a Itero Perpetuo di Adam Tempesta, giusto per citarne alcuni.



Audace dell’anno
Maicol&Mirco
C'è chi dice che Mirco non esiste, ma noi stentiamo a crederci. Come farebbe un'unica persona a passare dalla tagliente ironia degli Scarabocchi alla tenera bellezza di Palla Rossa e Palla Blu? Un autore, o meglio due, davvero fuori dal comune.




Personaggio audace dell’anno
Adam Wild
Niente da fare, la sua voglia di avventura ci mancherà. Non ci resta che ringraziare Gianfranco Manfredi per la sua proposta, che tra alti e bassi ci ha consegnato ore piacevoli e ci ha permesso di conoscere un team di disegnatori di cui sicuramente sentiremo ancora parlare.



Premio Fumetto Fuori Concorso
Monolith - Primo tempo
(Per noi che l'abbiamo trovato a Lucca in anteprima, è uscito nel 2016, ma resta tecnicamente fuori concorso)
In 2001 Odissea nello spazio il monolite nero è l'elemento metafisico, quasi alieno, che spinge le scimmie verso l'evoluzione. Nel Primo tempo di Monolith la storia si capovolge: un'automobile nera costringe quella stessa umanità a riflettere su dove li abbia condotti quella spinta evolutiva, iniziando ad ammettere le distorsioni che la mente umana può elucubrare in nome del "progresso" e della "sicurezza".
Prodotto parallelamente al lungometraggio, il fumetto è sceneggiato in maniera intensa e coinvolgente, senza sbavature, da Roberto Recchioni e Mauro Uzzeo, e splendidamente disegnato e colorato da Lorenzo "LRNZ" Ceccotti, che rende la sabbia del deserto, le montagne e la vegetazione in maniera vivida, facendo evolvere pian piano la storia verso una crescente oscurità.
Pop corn in mano, siamo in attesa che si spengano le luci per il secondo tempo.


Premio Menzione Speciale
La mia vita in barca di Tadao Tsuge 
Il racconto poetico delle giornate di un uomo sulla sua piccola barca inaugura una nuova collana targata Coconino Press, nata anche grazie alla cura di Vincenzo Filosa e destinata a recuperare le migliori opere gekiga che finora non avevano avuto trasposizione in Italia.



Premio Fumetto Audacissimo 2016
Capitan Jack - Tex Speciale #31 di Tito Faraci ed Enrique Breccia 
Capitan Jack è una storia che faticheremo a dimenticare. Una delle migliori prove (se non la migliore) di Tito Faraci in qualità di sceneggiatore di Aquila della notte, su uno spunto iniziale del compianto Sergio Bonelli, per cui è stato senz'altro determinante il connubio con un maestro del fumetto internazionale quale Enrique Breccia, autore di pagine che, per una volta, ci fanno dubitare delle nostre stesse capacità critiche e interpretative. In sostanza uno dei migliori Texoni di sempre.




Premio Fumetto Meno Audace 2016
Amazing Spider-Man: Rinnovare le promesse di Dan Slott e Adam Kubert
Qui si poteva osare davvero di più. Dan Slott, che francamente non ci sta convincendo troppo nemmeno con il recente ciclo di Amazing Spider-Man incentrato su un Peter Parker simil-Tony Stark, in Rinnovare le promesse ha perso l'occasione di riprendere un filone più adulto e meno battuto del personaggio, indagando a fondo le conseguenze per un eroe del costruirsi una vita "normale" e metter su famiglia. E invece... Insieme a un Adam Kubert non al meglio dà vita a una storia che si perde lungo il tragitto, senza tener fede ai propri presupposti. Una promessa non mantenuta.






Così, eccoci giunti alla conclusione dei nostri Awards, i premi assegnati a storie, autori, personaggi e iniziative che ci hanno tenuto con la testa tra le nuvole(tte) nel 2016. Ogni anno questo è il nostro mezzo per porre l'attenzione su tanti aspetti della Nona arte che difficilmente riusciamo a trattare con regolarità e al contempo fare il punto su quei fogli pieni d'inchiostro (o magari pixel?) che continuano a regalarci emozioni. Insomma, per ricordarci ciò che ci rende Audaci. 

La maggior soddisfazione per noi è sempre quella di immaginare che anche uno solo di voi possa aver scoperto qualche fumetto o autore soprendentemente imperdibile (anche) grazie ai nostri interminabili sproloqui da blogger di quartiere. 
Appuntamento al prossimo inverno.

Gli Audaci


Nessun commento:

Posta un commento