lunedì 13 febbraio 2017

Audaci Awards '16: FUMETTO AMERICANO



Sebbene sul nostro blog siano sempre troppo pochi i pezzi dedicati al fumetto seriale americano, mensilmente (e silenziosamente) ne leggiamo a bizzeffe. Anche quest’anno proponiamo dunque un excursus su una narrazione che spazia dal supereroistico alla fantascienza, dal noir all’horror, costantemente alla ricerca di autori da osannare e di numeri uno nuovi di zecca da cui ripartire (grazie ai ciclici rilanci che vengono annunciati a cadenza pressoché annuale e sono diventati un marchio di fabbrica delle case editrici mainstream statunitensi).
Non staremo qui a tediarvi ulteriormente: spazio ai migliori autori e alle migliori serie (sempre secondo il nostro gusto e giudizio soggettivo).







Audace sceneggiatore di comics americani
Jason Aaron (Southern Bastards, Men of Wrath, Thor, Doctor Strange, Weirdworld, Star Wars)
Lo sceneggiatore dell’Alabama, che già ci aveva ammaliato anni fa con Scalped e che da tempo è al timone di Thor con uno splendido ciclo, nel 2016 ha esplorato tutto il meglio del comicdom americano, passando dal mainstream delle produzioni legate a Doctor Strange e Star Wars alle serie più dure e di genere come Southern Bastards e Men of Wrath. La sua firma, intinta nell’inchiostro polveroso delle regioni a Sud degli States, non tradisce.





Audace disegnatore di comics americani
Paul Azaceta (Outcast)
Già lo scorso anno avevamo conferito un Premio Speciale a Outcast, serie tra l'horror e il sovrannaturale che nel frattempo ha ricevuto anche una trasposizione tv. Uno dei punti di forza del fumetto è lo stile adottato da Azaceta, che dimostra una grandissima capacità di creare atmosfera e di mostrare le emozioni dei personaggi con rara efficacia. Peculiare come praticamente ogni tavola contenga una piccola vignetta intermedia, che spesso si focalizza su un dettaglio ed espande la lettura della storia. L'aspetto più affascinante è osservare come le sue tavole funzionino sia in bianco e nero (per l'edizione presentata in edicola) che a colori (per la versione in volume pubblicata in fumetteria), nonostante la resa diversa.



Audace autore unico di comics americani
Mike Mignola (Hellboy all'Inferno)
"La parabola del Ragazzo dell'Inferno si esaurisce qui?"
Come per Rat-Man, forse siamo guidati dalla malinconia per l'idea che queste potrebbero essere le ultime storie di Hellboy scritte e disegnate da Mignola (anche se, mai dire mai). Un autore che ha raggiunto una sintesi stilistica invidiata da molti, il cui percorso è possibile ripercorrere e analizzare anche solo dando un'occhiata ai suoi sketch pubblicati in appendice ai volumi o sfogliando il recente cartonato celebrativo Hellboy: I primi 20 anni edito da Magic Press.




Audace autore rivelazione di comics americani
Tom King (Visione, Omega Men, Grayson)
Ex agente della CIA, ha realizzato due maxiserie straordinarie di 12 numeri come Visione e Omega Men (oltre a Sceriff of Babylon, ancora inedito in Italia ma annunciato da RWLion), in cui è emerso tutto il suo talento sia nel creare storie molto attuali che nello scrivere dialoghi decisamente brillanti. Ebbene, anche se sembra incredibile, prima del 2016 in Italia erano state pubblicate ben poche pagine di fumetti da lui sceneggiati (ovvero solo qualche numero di Grayson) e dopo soli dodici mesi il suo è già uno di quei nomi stellari da seguire ovunque vada.



Audace colorista di comics americani
Jordie Bellaire (Visione, Moon Knight, Injection, Plutona, They’re Not Like Us, Nowhere Men, Manhattan Projects, Pretty Deadly)
Suoi sono i colori di alcune tra le serie Image più interessanti del momento, oltre alla già citata Visione di King e Walta e al Moon Knight di Lemire e Smallwood. È prolifica, eclettica, impeccabile: leggere il suo nome nei credits è ormai una garanzia.



Audace copertinista di comics americani
Michael Cho (La Nuovissima Marvel - variant cover)
Solitamente non incitiamo l'acquisto smodato di variant cover a fini collezionistici. Eppure queste illustrazioni realizzate da Michael Cho per il recente rilancio della Nuovissima Marvel avevano una marcia in più. Stilose, colorate, retro, si facevano notare e rendere opportunamente riconoscibili.
Avercene.





Audace serie regolare
Southern Bastards di Jason Aaron e Jason Latour
Raramente erano state riportate su carta con tale efficacia e spietatezza le atmosfere di provincia del sud degli Stati Uniti, dove pare non esserci spazio per le mezze misure e tutto sembra governato da una disarmante grettezza e povertà culturale. E dove le strade sembrano non condurre a niente, se non a scontri irruenti e facile rischio di morte.
Possiamo solo ringraziare i due Jason per questo gioiello e la Panini per averlo portato in Italia.




Audace nuova serie
Visione di Tom King e Gabriel Hernandez Walta
Tragica e inquietante, la nuova versione di Visione è già impressa nell'immaginario dei lettori di fumetti Marvel (e non solo). La spiazzante normalità da perfetta famigliola americana del sintezoide con consorte e figli viene infranta da inevitabili eventi traumatici, che conducono i lettori verso considerazioni etiche e persino filosofiche per nulla banali, sulla scia della migliore tradizione fantascientifica.
Interrotta al dodicesimo episodio (ancora inedito in Italia), questa serie che dimostra fin dove può spingersi la narrazione seriale supereroistica.


Audace miniserie
The Valiant di Jeff Lemire, Matt Kindt, Paolo e Joe Rivera
Accantonati i facili schematismi che vedono il mercato funettistico statinitense dominato nel versante supereroistico dai colossi Marvel e DC, negli ultimi anni sta riemergendo la Valiant Comics, che fece la sua fortuna negli anni '90 e che ora si dimostra in grado di proporre serie valide e non effimere, coinvolgendo autori di primo livello e riportando in auge characters dotati di un certo spessore. Questo volume, tradotto in Italia da Star Comics, ne è l'esempio lampante: mettere insieme Jeff Lemire, Matt Kindt e Paolo Rivera (quest'ultimo con suo padre Joe agli inchiostri) è già di per sé un'impresa notevole; se poi i loro talenti si sommano e si fondono egregiamente, con tutta probabilità ne verrà fuori una miniserie avvincente, che mette insieme vari personaggi e dà il via a una serie altrettanto valida come Bloodshot Reborn.
Una miniserie leggibile anche da chi sa poco o nulla dell'universo Valiant e che non ha nulla da invidiare agli albi prodotti dalle grandi major. Provare per credere.



Audace singolo episodio
Il Ritorno del Cavaliere Oscuro: L’ultima Crociata di Frank Miller, Brian Azzarello e John Romita Jr.
Dove The Master Race - il noto e atteso terzo capitolo inedito della storia del Cavaliere Oscuro milleriano - stenta un po’ a ingranare e propende per espandere ulteriormente il pool di personaggi e situazioni in ballo, ne L’ultima Crociata il dream team formato da Miller, Azzarello e Romita Jr. centra l’obiettivo di fornire un prequel credibile e sensato a The Dark Knight Returns, azzeccando clima, caratterizzazioni e resa grafica (con Romita Jr. - coadiuvato qui da Peter Steigerwald - di ritorno ai livelli che può e che sa, senza tavole tirate via o eccessive stilizzazioni). Insomma, un buon motivo per sperare che Miller sia tornato al fumetto con propositi seri.
Peccato solo per quel Joker, così simile al Jared Leto di Suicide Squad e non molto coerente con l'aspetto mostrato in copertina...




Torna all'elenco sezioni

Nessun commento:

Posta un commento