domenica 1 gennaio 2017

20 articoli Audaci del 2016 da (ri)leggere (+1)

Il nostro "Best of" dell'anno appena trascorso



Quello appena terminato è stato un anno intenso, sotto diversi punti di vista. Tanti avvenimenti (chiaramente non solo fumettistici) hanno costellato la galassia personale di ognuno di noi, momenti che è difficile racchiudere in poche semplici parole. Così, mentre già abbiamo in testa tante idee per l'anno che verrà, ci soffermiamo un attimo sul 2016 del nostro blog, riproponendovi il meglio dei circa 350 post pubblicati, tra recensioni, news, rubriche e collaborazioni (su tutte quella con Emilio "Caccaman" Battiato che ha dato vita ad Aveva l'inchiostro nelle vene, per la quale non possiamo che ringraziare ancora una volta l'autore).
Provate a (ri)leggere questi venti articoli (e magari non solo) e a dirci cosa ne pensate.

"Le storie a fumetti veramente riuscite sono spesso la combinazione di tante congiunture positive. Un soggetto avvincente e ben pensato. Una sceneggiatura senza troppi fronzoli, che ti comunichi qualcosa. E poi il disegnatore giusto, in grado di tradurre le parole in immagini.
Il generale inquisitore possiede tutto questo. Un albo appassionante, con cui l'annata di Dylan Dog inizia nel modo migliore possibile."




PaperUgo (Paperi vol.1)

"Frutto di un processo iconoclasta severo e autentico, PaperUgo è un pugno allo stomaco. Chiuso l'albo, ci vuole un po' per riprendersi del tutto, per contestualizzare. E ricordarsi che i sorrisi, a volte, possono nascondere una lacrima."











"Diciamo la verità: non abbiamo il fisico per leggere – affrontare! – ogni mese una storia scritta da Claudio Chiaverotti. Troppo intense! Troppe emozioni! Come si fa a stargli dietro?"




Dylan Dog Color Fest #16

"Ancora una volta saranno in molti a sbandierare il proprio dissenso. Quello di Ausonia, Galli e Aka B, diranno, non è il "vero" Dylan Dog. L'unica risposta possibile, citando la storia di Aka B, è che "abbiamo bisogno di racconti per vivere". E ne ha bisogno anche lui, l'Indagatore dell'incubo, per continuare a sentirsi vivo."

"Una lettura non basta, ve lo possiamo assicurare, per apprezzare ogni vignetta, rendere giustizia a tutti i dialoghi e le didascalie e per fondere in un’unica immagine mentale il tratto di Roi – mai così ispirato, da un ventennio a questa parte – e il verbo della Barbato."

gliaudaci.blogspot.it/2016/03/ut-1.html








Nathan Never #297

"Parlate della mafia. Parlatene in televisione, sui giornali. Però parlatene."
Paolo Borsellino

gliaudaci.blogspot.it/2016/03/nathan-never-297.html





Il porto proibito


"Il porto proibito è una storia piena di sentimento e di poesia, avvalorata da molte citazioni poetiche. Una storia che esalta il valore della vita che va al di là della vita. La ricerca individuale del nostro porto proibito che ti porta ad affrontare l’esistenza come un veliero in mare aperto."


gliaudaci.blogspot.it/2016/04/il-porto-proibito.html







La terra dei vigliacchi

«La coscienza è uno specchio. Almeno stesse fermo, invece più lo fissi e più trema»

gliaudaci.blogspot.it/2016/03/la-terra-dei-vigliacchi.html







Adam Wild #16 e #17

"Il maestro Gianfranco Manfredi, impareggiabile delineatore di figure umanissime, imperfette, contraddittorie e, proprio per questo, autentiche, e lo strepitoso talento carioca di Pedro Mauro(classe ’53) ci prendono per mano e ci portano a Lagos, presentata come una città europea (la Liverpool dell’Africa Occidentale, per l’esattezza). Quindi anche sul suono africano, il buon Adam dovrà fare i conti con vizi (numerosissimi) e virtù (decisamente meno) made in England."




Descender vol.1 - Stelle di latta

"Con Stelle di latta ha debuttato in Italia la serie statunitense Descender, pregevole incursione nella fantascienza più sognante realizzata da Jeff Lemire (ai testi) e Dustin Nguyen (ai disegni). Una storia intelligente ed emozionante, che in alcuni punti omaggia temi cari al Pinocchio di Carlo Collodi, cita l'Astro Boy di Osamu Tezuka e riprende alcuni topoi cari agli scrittori classici di fantascienza del secolo scorso. E, particolare non di poco conto, è impreziosita dagli acquerelli di Nguyen che da soli meritano tutta l'attenzione del mondo."


"Comunque vogliate considerarlo, il Capitan Jack di Faraci e Breccia sarà consegnato alla storia come uno dei migliori Texoni di sempre, in una triade ideale insieme all'inarrivabile La valle del terrore, che Magnus realizzò nell'arco di sette lunghi anni, e al Patagonia di Mauro Boselli e Pasquale Frisenda."


"Un poeta delle vignette, questo è per me Paco Roca."






ORFANI: NUOVO MONDO #10

"Forse dovremmo smetterla di seguire degli schemi che ci siamo prefissati e che sembrano spiegare assolutamente tutto, almeno finché non vengono frantumati all'improvviso.
Forse, insomma, dovremmo essere molto cauti.
Forse..."


gliaudaci.blogspot.it/2016/07/orfani-nuovo-mondo-10.html



"Chi vuole guardare bene la Terra deve tenersi alla distanza necessaria…"

Italo Calvino – Il barone rampante




DYLAN DOG #361 - Mater Dolorosa

" <<Sei disposto a sanguinare, Dylan?>>: Mater Morbi, incarnazione di tutte le malattie, pone questa domanda a un bambino in camicia rossa, un giovanissimo Indagatore dell'incubo. È una questione ben più profonda dell’essere pronti a versare qualche goccia di sangue: rappresenta un patto implicito tra il personaggio, lo sceneggiatore e il lettore, suggerendoci che per avventurarsi in storie così bisogna essere disposti a soffrire, a guardarsi dentro, non le si può leggere a cuor leggero. È forse questo uno dei segreti che animano da sempre alcuni degli episodi migliori scritti da Tiziano Sclavi: permettere ai lettori di provare qualcosa di più di una “semplice” avventura lunga 94 tavole, fargli vivere qualcosa di intenso, vivo, viscerale."




MORGAN LOST #12 e 13

"...mese dopo mese, caso dopo caso, il nostro Morgan è arrivato al giro di boa del primo anno e si può dire senza paura di essere smentiti che chiude col botto il primo e inizia alla grandissima il secondo anno di vita editoriale."

gliaudaci.blogspot.it/2016/10/morgan-lost-12-e-13.html







Lucca 2016 - Gli acquisti e le dediche Audaci
"Quel che ci siamo portati dietro alla fine della fiera"




"Questa miniserie esordisce come una effettiva possibilità di rilancio del personaggio e del suo universo narrativo, che tiene conto delle tecniche attuali di narrazione, di disegno, di colorazione e confezione del prodotto. Sebbene sembra in parte venir meno quel retrogusto divulgativo e culturale che contraddistingue la serie "classica", si conserva il fascino del mystero, che da sempre attira lettori di tutte le età (e ci auguriamo continui a farlo ancora a lungo)."

gliaudaci.blogspot.it/2016/11/martin-mystere-le-nuove-avventure_17.html




Dampyr Magazine 2016

"Un volume delizioso e dotato di notevole spessore, tra le migliori uscite in edicola di questa stagione fumettistica. Consigliato a tutti e in particolare a chi volesse accostarsi a Dampyr pur non avendo familiarità con la sua continuità narrativa."

gliaudaci.blogspot.it/2016/12/dampyr-magazine-2016.html





Come svanire completamente

"Una scatola, una storia, tante storie.
Frammenti di vita, spillati poche pagine per volta.
Come svanire completamente è l'ultima fatica di Alessandro Baronciani [...]. È la storia di un amore. La storia di un ragazzo che ama una ragazza. La storia di una ragazza che vorrebbe svanire nel nulla. Di una sirena, di un sogno, del mare, di una leggenda e una telecamera.
È una scatola, dei ricordi. Alcuni recenti, altri lontani, altri ancora lontanissimi, appartenenti ad altre vite ma non ad altre persone."




























...+1
(Non è un nostro articolo ma val la pena rileggerselo)



Semplicemente, sognare.



E con questo è tutto.
Ancora una volta è impossibile congedarci senza un sentito ringraziamento a tutti voi che ci seguite e sostenete. Vi auguriamo un nuovo anno pieno di fumettosità.


Gli Audaci


Nessun commento:

Posta un commento