martedì 1 novembre 2016

Lucca 2016 - Orfani: il nuovo inizio

L'incontro di Lucca dedicato alle prossime stagioni di Orfani


Presso la sala Oratorio di San Giuseppe si è tenuto ieri l'incontro "Orfani: il nuovo inizio", dedicato alla serie ideata da Roberto Recchioni ed Emiliano Mammucari. Presenti, oltre ai due già citati creatori della serie, Franco Busatta, curatore editoriale, Michele Masiero, direttore editoriale, e diversi altri autori. Durante la conferenza si è parlato delle varie stagioni di Orfani in preparazione, partendo dalla conclusione della terza stagione (Nuovo Mondo) e passando poi a parlare della stagione dedicata alla Juric e della successiva, intitolata Terra.



Orfani: Juric, la quarta "ministagione" di Orfani, è stata scritta da Roberto Recchioni e Paola Barbato, autrice che secondo lo sceneggiatore romano è particolarmente adatta a delineare la figura della Presidentessa del Governo Straordinario di Crisi. Sempre secondo Recchioni, questa stagione contiene storie tra le più "dure e provocatorie" mai pubblicate da Sergio Bonelli Edtiore.
Riguardo il team di disegnatori coinvolti, nel secondo numero vedremo ai disegni, oltre a Roberto De Angelis (già autore dei disegni di Juric #1), Riccardo la Bella e Maurizio Di Vincenzo.
Il terzo episodio sarà invece disegnato da Luca Casalanguida, artista in grado di lavorare in maniera rapida e dunque visto più volte negli ultimi mesi, e colorato da Andres Mossa, già all'opera su diverse serie Marvel.


La variant cover di Orfani: Juric #1 realizzata da Sara Pichelli e disponibile a Lucca Comics & Games 2016.




















Terra, la quinta stagione, a detta degli autori si staccherà completamente dal resto di Orfani per vari motivi. Avrà un tono più scuro, più sottile. Il teaser di presentazione è "Il mondo muore. Loro vogliono vivere" e racconterà di chi è rimasto sul pianeta Terra, destinato a morire mentre chi poteva mettersi in salvo si è già rifugiato altrove.
Il copertinista di questa stagione, come anticipato nella conferenza Bonelli dello scorso 29 ottobre, sarà Gipi. Si assisterà inoltre all'esordio alla sceneggiatura dello stesso Mammucari, che sarà affiancato ai testi da Giovanni Masi (nel secondo numero) e Mauro Uzzeo (nel terzo), ai disegni da Alessio AvalloneLuca Genovese Matteo Cremona, e ai colori da Giovanna Niro e Luca Saponti
Masi e Uzzeo hanno raccontato la lavorazione del progetto, per il quale hanno fatto delle riunioni lunghissime, chiusi in una stanza, cercando di portare avanti la visione che Mammucari aveva della quinta stagione. Rispetto alle prime tre stagioni, in un numero minore di episodi si doveva infatti riuscire a presentare questo contesto narrativo e renderlo credibile. Uzzeo ha sottolineato come nelle varie stagioni diversi generi di fantascienza siano serviti a esplorare aspetti variegati dell'umanità e differenti tasselli di questo mondo.

Illustrazione di Davide Gianfelice, con i colori di Andreas Mossa, realizzata per Lucca Comics & Games.

Dopo Terra ci sarà una di nuovo una stagione lunga, la sesta, che tornerà ad essere composta da dodici episodi e sarà scritta interamente da Recchioni insieme a Michele Monteleone ("non sarà quello che vi aspettate", ha affermato quest'ultimo).
Riguardo il titolo di questa stagione, Recchioni ha affermato di non poterlo rivelare, suggerendo solamente che finora c’è sempre stata un’alternanza tra le serie dispari, che presentavano un nome più ampio (OrfaniNuovo Mondo e l'imminente Terra), e le serie pari, con il nome di un protagonista (la seconda, Ringo, la quarta, Juric, e verosimilmente la sesta).

Contattato telefonicamente, Fabio Licari, coordinatore dei progetti editoriali della Gazzetta dello Sport legati ai fumetti, ha parlato dei "risultati eccellenti" delle serie di allegati dedicati a Dylan Dog, per cui la Gazzetta ha deciso di varare la serie settimanale di ristampe di Orfani. L'obiettivo è quello di arrivare a un pubblico diverso, allargando lo spettro per coinvolgere lettori tra i 12 e i 15 anni.

La copertina variant di Emiliano Mammucari per il primo numero di Orfani: Le origini, collana allegata al Corriere della sera e alla Gazzetta dello Sport.


Siè parlato poi anche del libro edito da Multiplayer e dedicato a Ringo, che sarà disponibile indicativamente nella primavera 2017 e di cui a Lucca è stata presentata un'anteprima gratuita contenente alcune pagine scritte da Recchioni con illustrazioni di Mammucari.

Rispondendo ad alcune domande dal pubblico, Recchioni ha affermato che la sua intenzione con Orfani è, da sempre, quella di continuare a "spostare l'attenzione altrove" rispetto alla direzione in cui si va davvero, come fatto sin dall'inizio sia con Ringo che con Rosa, due rivoluzionari ma anche terroristi, che solo per il loro ruolo di protagonisti potevano essere ritenuti erroneamente "i buoni" ma le cui azioni sono chiaramente da condannare, soprattutto nel caso di Rosa e alla luce di quanto accade al termine della terza stagione.
L'ultima domanda dal pubblico era su quanto era già stato programmato sin dall'inizio e quanto invece è stato ideato strada facendo. Roberto Recchioni ha sostenuto di avere dall'inizio un'idea precisa su come sarebbe andata a finire la storia: una delle prime immagini che gli sono venute in mente è proprio l'immagine finale della serie.

Giuseppe Lamola

Nessun commento:

Posta un commento