mercoledì 29 giugno 2016

A Sort of Fairytale #1

Raccontami una favola...



La Noise Press è una delle case editrici più interessanti tra quelle nate di recente in Italia. Lo dimostra in maniera lampante A sort of Fairytale, favola moderna narrata da Paolo Maini (Nerd Bash) e Ludovica Ceregatti (Quasi-Super). Il primo volume brossurato (dei tre previsti in tutto) è stato presentato al Napoli Comicon lo scorso aprile; la casa editrice diretta da Luca Frigerio ne ha curato in maniera molto elegante e attenta la confezione, fino a farne un prodotto decisamente valido da un punto di vista estetico. 
E non è decisamente tutto qui...



La piccola Zoe è una ragazzina di otto anni e mezzo, socievole, curiosa e coraggiosa. Nel suo diario ama appuntare sogni e favole colorate sul passato recente della Terra, un passato quasi mitologico. Peccato che non sia una storia con il lieto fine e che si riveli essere sin troppo veritiera: la Natura si è ribellata allo sfruttamento incondizionato da parte dell'uomo e il mondo è passato attraverso radicali e oscuri cambiamenti, alcune popolazioni si sono incattivite e regredite quasi allo stato brado e sono comparse creature mutate e dalla natura ignota. Per sopravvivere in questo contesto ostile, Zoe può contare sull'inaspettato aiuto di un misterioso amico.



La storia imbastita da Paolo Maini cattura sin dalla prima pagina e trasporta immediatamente nella cruda atmosfera post-disastro. Questi primi due capitoli sono pervasi da un clima di disperazione che sembra richiamare The Walking Dead, per l'estrema efferatezza e per la sensazione che i personaggi siano pronti a tutto. La caratterizzazione è ben curata e lo svolgimento molto rapido, al punto che uno dei pochi rimpianti durante la lettura è quello di voler vedere il prima possibile in che modo la storia prosegua, anche per farsi un'idea più compiuta dell'intera trama. Se vogliamo questa è una caratteristica mutuata dal fumetto americano contemporaneo, veloce e decompresso, pieno di guizzi e di idee fulminanti. 



I comics americani vengono in mente anche nell'analizzare le splendide tavole di Ludovica Ceregatti, artista che già ci aveva colpito positivamente in Quasi-Super, tavole molto dinamiche ed energiche. Il suo lavoro è impreziosito da una colorazione molto azzeccata, che alterna scelte cromatiche più tenui a colori carichi per le scene di lotta e d'azione.
Come accennato in apertura, anche il materiale extra, tra cui le schede tassonomiche dei vari animali (inventati) e la cura grafica delle prime e ultime tavole, contribuiscono all'efficacia del volume.
In sostanza, non vediamo l'ora di vedere come prosegue questa favola-non favola.


Giuseppe Lamola



A Sort of Fairytale
NUMERO: 1
COLLANA: Voice
DATA: 2016
EDITORE: Noise Press

SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Paolo Maini
DISEGNI, COLORI E COPERTINA: Ludovica Ceregatti

Nessun commento:

Posta un commento