venerdì 22 aprile 2016

Garibaldi di Tuono Pettinato

Resoconto veritiero delle valorose imprese, ad uso e consumo delle giovini menti



Ciao a tutti. Sono di nuovo io, Adelaide (quella che da giovane leggeva Lanciostory, Linus ecc.). Stavolta volevo fare alcune riflessioni su un volume che mi hanno regalato con tanto di dedica (mi fa sempre tanto piacere poter avere una dedica dall'autore, anche se capita di rado).
Garibaldi – resoconto veritiero delle valorose imprese, ad uso e consumo delle giovini menti. Questo titola la copertina ed è assolutamente vero. L’autore è Tuono Pettinato, o meglio è il suo nome di battaglia quando si appresta a prendere in mano una matita e ad aggredire con arguzia la carta bianca plasmandola a suo piacimento. Il vero nome è Andrea Paggiaro classe 1976, ma spero che a voi sia già noto perché è un fumettista di successo. Come sarebbe stato facile imparare la storia e i suoi grandi personaggi se avessimo avuto a nostra disposizione dei volumi disegnati e scritti da Tuono Pettinato.



Il libro si divide in tre parti. Il capitolo I (pagina blu) narra del piccolo patriota; il capitolo II (pagina rossa) parla delle vicende dell’eroe dei due mondi; il capitolo III* (pagina gialla) racconta dalla conquista d’Italia alla sua morte. Ho voluto mettere in evidenza i colori delle pagine per farvi notare che l’autore per realizzare questo volume ha fatto solo uso dei tre colori primari, ovvero il giallo, il rosso e il blu  (cobalto, per fare una precisazione, che tende un po’ verso il viola). In questo modo è riuscito a far risaltare benissimo i fregi di chiaroscuro neri. Tuono Pettinato usa una tecnica di sovrapposizione di linee verticali ed orizzontali od oblique nelle diverse direzioni con cui da corpo agli oggetti ed ai personaggi. Queste linee semplici ma sapute superbamente usare danno spessore alle vignette e risalto ai paesaggi. Mi è rimasta molto impressa la pagina in cui descrive la Liguria dove ci sono disegnate casette storte che seguono i profili delle colline con il mare rosso che ribolle sotto.
Che dire dei personaggi? Caricature sorprendenti realizzate con pochi tratti che ti fanno riconoscere l’uomo famoso (ognuno con il peso che ha avuto nella storia d’Italia) come i libri di testo, per me, non hanno mai saputo fare. Il linguaggio delle descrizioni che è quello della letteratura patriottica di quel tempo e ti porta immediatamente nel periodo storico in cui si svolsero i fatti. La storia di Garibaldi crediamo di conoscerla a memoria. Ci hanno fatto film, sceneggiati di successo, libri di ogni tipo e ormai pensiamo di averne abbastanza. Ma credetemi se vi dico che il libro a fumetti di Tuono Pettinato vale la pena di essere letto. Ne esce fuori un Garibaldi sorprendentemente ingenuo con la mente aperta verso certi grandi ideali, ma totalmente ignaro dei raggiri politici.

Il testo inizia con il maestro che interroga gli alunni sul Nizzardo (come a volte viene definito a volte). I bambini hanno imparato bene la lezione a suon di scappellotti (un tempo si poteva infierire senza paura di essere denunciati) e parlano del personaggio iniziando dalla sua infanzia. Si delinea così una storia ironica e comica che racconta grandi verità … anche perché mi sono trovata in perfetto accordo con l’idee dell’autore specialmente sul grande clamoroso finale quando finalmente Peppino imitando un film di Sergio Leone, alla maniera appunto americana, fa un duello con il Papa e Cavour usando la famosa frase: quando un uomo con il fucile incontra uno con la pistola ecc… Nel libro la frase non è esattamente questa ma non voglio rovinarvi il finale.


E parlando giusto del finale faccio i complimenti a Tuono Pettinato per i suoi Contenuti Esuberanti e in particolare per “il piccolo libraio fiorentino” a sostegno della produzione editoriale italiana. Spero che torni presto a disegnare un pezzo della nostra storia per comprenderla meglio e per riuscire a vederla con gli occhi di oggi.
Vi saluto con le parole di una canzone di Francesco Guccini:
“...ma nella fantasia ho l’immagine sua, gli eroi son tutti giovani e belli”
E tutti gli eroi dei fumetti lo sono.

Alla prossima.


Adelaide



Garibaldi
Resoconto veritiero delle sue valorose imprese, ad uso delle giovani menti


Testi e disegni: Tuono Pettinato
Rizzoli Lizard
Data: 2010

















* Il capitolo III si intitola Garabalda Faffarata… e sulle prime ero rimasta un po’ spiazzata, ma poi leggendo ho capito che si riferiva ad una canzoncina (Garibaldi fu ferito…) che, per il gioco che facevamo da bambini di cambiare le vocali a certe canzoni, diventa Garabalda fa farata… (ovvero, appunto, Garabalda Faffarata).


Nessun commento:

Posta un commento