mercoledì 17 febbraio 2016

Audaci Awards '15 - AUTOPRODUZIONI




Altra importante novità di questa edizione dei nostri Awards è l'introduzione dell'inedita categoria dedicata alle autoproduzioni, regno di collettivi (come DelebileCanemarcio, La TramaCrossover Gangbang e così via) ma anche singoli autori che rappresentano al meglio un sottobosco underground sempre fiorito e dirompente.






Audace(i) sceneggiatore(i) - autoproduzioni

Giorgio Trinchero e Laura Camelli (Un ragazzo parte per un viaggio. Ferisce qualcuno. Non torna più a casa.)
L'episodio dell'antologico Mammaiuto sceneggiato da Giorgio Trinchero e Laura "Came" Camelli (disegnatrice della storia) è un piccolo grande capolavoro (non amiamo abusare di questo termine, ma a volte ci vuole!). È il culmine emotivo di un volume in grado di rappresentare appieno il meglio dell'autoproduzione in italia. Una storia che svela pian piano il proprio significato e che, partendo dal soggetto comune agli altri nove episodi dell'antologia, lo sviluppa su vari piani, toccando tematiche non facili in maniera francamente brillante.
[Non a caso, l'episodio è stato il primo ad essere ripubblicato online]




Audace disegnatore - autoproduzioni
Francesco Frongia (Il rappresentante, Un ragazzo parte per un viaggio. Ferisce qualcuno. Non torna più a casa.)
Francesco "Checco" Frongia usa matite e colori diverse da tutti gli altri. I medesimi oggetti che in tanti utilizzano come mero strumento rappresentativo si trasfigurano nelle sue mani in un modo per andare alla radice del fenomeno creativo, utilizzando un linguaggio sperimentale e sublime.






Audace autore completo - autoproduzioni

Bianca Bagnarelli (Sunday)
Una storia breve può esprimere molto più di mille storie lunghe e verbose. Bianca Bagnarelli ce lo dimostra in tre tavole stupendamente illustrate nella meritevole antologia Sunday, che riprende nel formato e nell'impostazione le tavole domenicali delle strip di una volta. Molto evocativa anche la copertina dell'antologico, sempre ad opera sua.



Audace autore rivelazione - autoproduzioni
Matt Frizzle (Amazing Boy)
Lo avevamo detto e lo ribadiamo: Matt Frizzle è entra nell'olimpo dei grandi con l'ultimo ciclo di Amazing Boy. La sua commistione delle migliori espressioni stilistiche di Jack Kirby e John Romita lo rende un degno erede della miglior tradizione supereroistica.



Audace colorista - autoproduzioni
Walter Baiamonte (Quasi- super, Factoids)
Ci sono occasioni in cui i colori fanno la differenza. Baiamonte è riuscito a farla.





Audace serie - autoproduzioni

Cartoonist in the box (di Andrea "Zio-P" Poli e Alex Agni)
Sì, c'è un lieve conflitto d'interessi, lo dichiariamo senza problemi. Come sa chi ha letto l'albo, tra le pagine del secondo numero di Cartoonist in the box vengono citati i sottoscritti blogger (come buona parte della restante critica fumettistica italiana, in un gioco metafumettistico davvero ben pensato!). Eppure abbiamo deciso di assegnare ugualmente il titolo alla serie che lo meritava, per tutto il lavoro che c'è dietro, per le riflessioni a cui conduce e per l'impeccabile veste grafica. Dopo Cartoonist in the box (di cui aspettiamo con impazienza il terzo numero), Andrea Poli e Alex Agni possono fare (e probabilmente faranno) quello che vogliono, e noi saremo lì a congratularci (anche per la loro partecipazione, insieme agli altri autori di Crossover Gangbang, alle antologie Crossology e gli Angoli).



[Cosa c'entra Matt Frizzle? Eh eh.]

Audace nuova serie - autoproduzioni
Quasi-super (di Giulio Antonio Gualtieri, Michele Monteleone e Ludovica Ceregatti)
È uno dei quattro albi con cui Uno Studio in Rosso ha debuttato come autoproduzione alla scorsa Lucca e getta le premesse per un'ottima miniserie, dagli echi supereroistici ma aggiungendovi un approccio psicologicamente approfondito.



Audace volume - autoproduzioni
I am Spank (di Federico Chemello, Maurizio Furini e Alberto Massaggia)
“Lo sai chi sei davvero?” si domanda il protagonista all’inizio della storia. La ricerca dell’identità e il significato di una maschera in una storia dove la distinzione tra personaggio fittizio e personaggio reale si fa labile. Un viaggio alla ricerca del proprio posto nel mondo, sempre indossando una maschera che, da un certo punto in poi, non riuscirà più a togliere.


Audace progetto in crowdfunding - autoproduzioni
Coppie miste #3 (Collettivo La Trama)
Coppie Miste, collana antologica realizzata dal collettivo La Trama, giunge al suo terzo numero con il coinvolgimento di ben cinque coppie di autori (Silvia Rocchi e Anna Deflorian, Alice Milani e Tuono Pettinato, Viola Niccolai e Federico Manzone, Francesca Lanzarini e Matteo Berton, Luca Caimmi e Victor Lejeune) per la realizzazione di altrettanti albi di 24 pagine, finanziati mediante crowdfunding. Cinque storie che hanno per protagonista un quadro e tematicamente collegati tra loro. Un'opera concettualmente intrigante e che non si limita a rimanere inclusa negli stretti confini della Nona arte.




Audace storia breve - autoproduzioni
Meccanica antropologica di Oscar Ito (da Gli Angoli)
Tra improbabili costumi da cosplayer e discorsi ameni sulla gioventù odierna e sulle difficoltà a trovare lavoro, Oscar Ito realizza una gemma che graficamente si ispira in maniera opportuna ad artisti quali Paul Pope, in tavole in bicromia (rosa e blu).
Un inizio egregio per l'antologia Gli Angoli, di cui abbiamo parlato ampiamente qui (per la cronaca, recentemente la storia è stata resa disponibile gratuitamente tramite la app Verticomics).





Torna all'elenco sezioni

Nessun commento:

Posta un commento