lunedì 2 novembre 2015

Lucca 2015 - Sky, il fumetto e l'evoluzione dei tre "murales"

Dalla multimedialità al live painting di Moloch, Biagini e No Curves: la nona arte nello stand Sky



Uno degli elementi di maggiore multimedialità emersi quest'anno durante Lucca è stato certamente l'interesse di un'emittente come Sky nei confronti del fumetto.

Il gentilissimo Marco Checchetto autografa un disegno ai sottoscritti audaci allo stand Sky!
Se per brand come quello di Star Wars, una commistione tra media differenti è decisamente scontata e naturale (visto anche il successo del recente rilancio delle serie a fumetti Marvel dedicate all'universo di George Lucas), una novità assoluta è stata quella del legame tra Sky e la Sergio Bonelli Editore. Tale sinergia (di cui abbiamo fatto cenno qui) si svilupperà innanzitutto con The Editor is In, una serie a episodi in live-action e animazione che racconta la movimentata realtà quotidiana di un editor (e in cui saranno presenti i personaggi Bonelli stessi), poi tramite Monolith, definito "un’operazione transmediale di alto impatto comunicativo". Questo thriller sarà portato al cinema da Sky Italia e realizzato da Roberto Recchioni (ideatore del soggetto), Mauro Uzzeo (co-sceneggiatore del film) e LRNZ (alias Lorenzo Ceccotti, disegnatore del graphic novel e ideatore del design di vari elementi tra cui l’auto stessa).

Monolith, la macchina, presente accanto allo stand Sergio Bonelli Editore


Se ciò non bastasse, il padiglione Sky ha ospitato autori quali Emiliano Mammucari, Michele Rubini, Fabio D'auria e Marco Checchetto a firmare tavole e realizzare sketch. Per di più il padiglione stesso si fregiava di pareti abbellite da disegni di autori di elevato livello artistico. Stiamo parlando di Arturo Lauria, No Curves e Francesco Biagini, che hanno realizzato sotto gli occhi di tutti dei giganteschi disegni tematici dedicati ognuno a un canale dell'emittente (Lauria per Sky Arte HD, No Curves per Sky Cinema e Biagini per Sky Atlantic). Per gli audaci è stata un'occasione per chiacchierare con gli autori e vedere questi bellissimi disegni prendere forma. Ve li mostriamo di seguito con le foto in sequenza.


Arturo Lauria (noto su Facebook come John Moloch), classe 1988, ha pubblicato per la Dark Horse e a breve debutterà su Dylan Dog con una storia inedita a colori (come rivelato qui).






Francesco Biagini ha esordito in Francia e in seguito ha collaborato con alcune case editrici americane (come Boom! Studios). A Lucca è stato presentato Paranoid Boyd #1, in parte da lui disegnato su testi di Andrea Cavaletto (avevamo recensito il numero zero qui).




No Curves è un autore appartenente al “futurismo pittorico”, alla tape art, considerato tra i maggiori esponenti a livello mondiale dell’arte di disegnare con il nastro adesivo. Ecco anche la sua opera, con cui concludiamo questa carrellata.



















Nessun commento:

Posta un commento