martedì 3 novembre 2015

Lucca 2015 - Il futuro di Dylan Dog

Le anticipazioni sul nuovo anno editoriale di Dylan Dog emerse durante la conferenza a Lucca







Non si è ancora spenta l'eco di Lucca Comics & Games 2015 e tante sono le cose che rimangono ancora da dire. Di seguito vi riportiamo quanto emerso durante la conferenza sul nuovo anno editoriale di Dylan Dog, tenutasi sabato 31 ottobre nella Sala Chiesa San Giovanni.
Hanno partecipato all'incontro Roberto Recchioni, Paola Barbato, Franco Busatta, Alessandro Bilotta, Carlo Ambrosini e Ratigher e sono state rivelate un bel po' di anticipazioni interessanti sul futuro dell'Indagatore dell'incubo.



Partiamo con una delle news più promettenti, ovvero la notizia che Ratigher, autore di Trama e Le ragazzine... proveniente dalla scena underground, sceneggerà un albo disegnato nientemeno che da Paolo Bacilieri. L'autore, che debutterà sulla serie regolare nel numero in uscita a fine novembre disegnato da Alessandro Baggi, ha dichiarato di voler scrivere storie che inducano il lettore, una volta chiuso l'albo, ad avvertire "un fischio continuo d'angoscia". 
Un altro autore prossimo all'esordio è Sio il quale, secondo quanto annunciato, realizzerà almeno una storia dedicata a Groucho.
Nell'excursus dedicato alle storie in uscita, Alesssandro Bilotta ha annunciato di aver ricevuto il via libera per lavorare su un crossover che coinvolgerà, oltre all'Indagatore dell'incubo, un personaggio da lui ideato, ovvero Valter Buio. Inoltre, lo sceneggiatore romano è al lavoro sul seguito dello Speciale annuale settembrino dedicato al Pianeta dei morti, che riprenderà la storia esattamente da dove è finito La casa delle memorie e sarà disegnato da Giulio Camagni (Napoleone, Jan Dix). Un dettaglio interessante è che questa storia farà luce sull'origine del male che ha generato questo futuro apocalittico. Bilotta ha anche annunciato di essere al lavoro su un numero della serie regolare disegnato da Fabrizio De Tommaso, copertinista di Morgan Lost che aveva esordito quest'anno su Dylan Dog Magazine.


Layout di Paolo Martinello
per la storia sceneggiata da Paola Barbato.
Paola Barbato ha rivelato di ritenere molto stimolante la nuova impostazione della continuity, con la possibilità di lavorare in tempi non troppo lunghi sul seguito delle proprie storie. In uscita per lei un albo disegnato da Paolo Martinello, artista con il quale ha dichiarato di essere entrata particolarmente in sintonia, quasi in simbiosi.

Dall'anno prossimo poi il Color Fest cambierà radicalmente: costerà meno, avrà un numero minore di pagine e sarà stampato su una carta differente. Uscirà quattro volte l'anno e ogni storia avrà una lunghezza variabile e non tassativamente quella canonica di 32 pagine (troveranno quindi posto una, due o persino cinque storie ad albo). Il primo con questa formula sarà pubblicato a gennaio e avrà una copertina realizzata da Arturo Lauria (Moloch) e tre storie scritte e disegnate da autori dallo stile molto personale quali Ausonia, AkaB e Marco Galli.

È stato infine rivelato che, oltre al cosiddetto "evento maggiore", rappresentato dall'albo del trentennale (scritto da Roberto Recchioni e disegnato da Gigi Cavenago e in cui ritorneranno sia Morgana che Xabaras), il prossimo anno sarà caratterizzato da un "evento minore", ovvero un'invenzione editoriale inedita sullo stile della cover di Nel fumo della battaglia. Tale albo sarà realizzato da Pasquale Ruju, Flaviano Armentaro e Davide Furnò, ma non sono stati forniti ulteriori dettagli a riguardo.


Giuseppe Lamola


Illustrazione di Ratigher

Illustrazione di Christopher Possenti













Nessun commento:

Posta un commento