mercoledì 21 ottobre 2015

SNAPSHOT di Diggle e Jock

"Cosa succede quando un fan dei fumetti incontra un killer con la pistola? Il killer è un uomo morto!"



Andy Diggle e Jock, gli autori anglosassoni responsabili di The Losers e Green Arrow: Year One, si riuniscono per un thriller ad alta tensione a tinte noir. La miniserie in questione, Snapshot, inaugura una nuova collana della casa editrice RW Lion intitolata Real World e dedicata al fumetto indipendente (della Image, in questo caso). Decisamente un discreto inizio!



San Francisco. Jake Dobson è un giovane nerd che, girovagando in un parco, trova incidentalmente un cellulare con cui sono state scattate terribili foto dove è ritratta la vittima di un omicidio. Questo è l'evento scatenante per tutta una serie di avvenimenti incalzanti e travolgenti. Il povero Jake si trova presto a essere braccato da un pericoloso losco individuo. Il suo percorso lo porterà persino a incrociare membri importanti del sistema finanziario americano che, ci viene suggerito, rappresenta il vero nemico per le persone comuni. Tale elemento narrativo, affrontato marginalmente e sotto traccia, rende ancora più disperata e realistica la storia, trasformando la situazione paradossale di Jake in una sorta di lotta contro il sistema. Il tutto viene però sovrastato dall'azione quasi incessante, dal ritmo molto alto: personalmente in Snapshot non ho intravisto con pienezza il "ritratto cinico del capitalismo moderno" di cui si parla in quarta di copertina del volume, quanto piuttosto un'opera adrenalinica che nulla ha da invidiare ai migliori thriller visti sul grande schermo o in tv.
Una citazione al buon vecchio bardo Alan Moore non guasta mai,
soprattutto se condita con opportune dosi di ironia!

Le tavole di Jock sono sporche e letteralmente impregnate del suo stile graffiante e particolarmente appropriato per queste storia. Già noto ai più per il già citato The Losers e per alcuni albi di Batman (come Lo specchio nero, su testi dell'ottimo Scott Snyder), il disegnatore scozzese, al secolo Mark Simpson, è molto attivo come copertinista e come concept artist cinematografico (per lungometraggi quali Hancock, Batman Begins, X-Men: Days of future past e Dredd). In quest'opera opta per mantenere le tavole in bianco e nero e la scelta, vuoi per il genene affrontato vuoi per le sue caratteristiche stilistiche, sembra azzeccata. Certamente anche dal punto di vista grafico non si ha l'impressione di leggere il capolavoro assoluto né (forse) l'opera migliore di Jock, eppure le sue tavole si mantengono molto personali e dall'ottima impostazione e struttura.




Insomma, forse non morirete se non lo leggete (cosa che, trattandosi di un thriller, è già un risultato!), ma se doveste scegliere di leggerlo difficilmente vi deluderà. E di certo poi saprete cosa fare se vi dovesse capitare di trovare, per motivi del tutto imponderabili, un cellulare per terra.

Il Sommo Audace






Snapshot

Casa editrice: RW Lion
Collana: Real World  #1
Data: 2015

Soggetto e sceneggiatura: Andy Diggle
Disegni: Jock



Per maggiori info: 
www.rwedizioni.it/negozio/lineachiara/real-world-01-snapshot/#sthash.lOgHuBU5.dpuf







Nessun commento:

Posta un commento