domenica 18 ottobre 2015

Frank Carter

Avventure di una spia per caso


Come recita il retro del volume, "Frank Carter - Le avventure di una spia per caso offre ai lettori ingredienti come umorismo, suspance, colpi di scena, azione e romanticismo vecchio stile". La cosa peggiore che si possa fare con un fumetto del genere è scambiare la semplicità e la voglia di riprodurre fedelmente un certo tipo di atmosfere per una pochezza ideativa e stilistica. Questa strip invece si muove su territori già battuti come quelli delle strip classiche del fumetto statunitense solo per farne la base di un linguaggio tipicamente "old school", in evidente contraddizione temporale con il mezzo scelto per veicolarlo (il web: quanto di più attuale ci sia). E in questa contraddizione, solo in parte mitigata dall'edizione cartacea che racchiude due storyline, risiede uno dei motivi di fascinazione che quest'opera esercita sul lettore: la classicità che si coniuga alla modernità.




Frank Carter, striscia digitale di genere spy story, è stata pubblicata originariamente a partire dal 2009 a cadenza bisettimanale sul portale Shockdom. Ne sono autori Carlo Coratelli, sceneggiatore oltre che collaboratore del sito Lo Spazio Bianco (per la sezione Nuvole di celluloide, che si occupa di cinecomics) nonché della rivista cartacea Fumo di china, e Fortunato Latella, disegnatore e e co-creatore del personaggio. La striscia è stata candidata come "Miglior fumetto digitale" a Fullcomics & Games 2012 e come "Miglior e-comic italiano" al Cus Prize nel 2013. Lo scorso anno Red Publishing ne ha realizzato un'edizione cartacea che contiene Equivoco a Casablanca e La formula Zolta.



A parte la voluta ingenuità e la succitata semplicità comunicativa, caratteristica fondante di Frank Carter è il divertimento. Già nel concetto di "spia per caso", ovviamente non innovativo ma molto ben reso, è racchiuso un copione fatto di intrighi ed equivoci nei quali il nostro fin dalla prima avventura è immerso. Trovatosi nel posto sbagliato nel momento sbagliato (l'Hotel Sheraton della Casablanca degli anni '50), Frank viene costretto ad abbandonare la tranquilla "vacanza di lavoro" con sua moglie Jill per intraprendere una vita da spia.
Ogni striscia è composta da tre vignette a cui il tratto deciso di Fortunato Latella riesce a emergere da colori piatti e retro e a esprimersi al meglio con una linea pulita.

Insomma un fumetto in grado di "recuperare quello spirito di intrattenimento e divertimento leggero ma entusiasmante dei comics degli anni che cita", afferma Davide Zamberlan. "Mica poco", aggiungiamo noi!

Il sommo Audace




Nessun commento:

Posta un commento