sabato 19 settembre 2015

C'era una volta un eroe...

Lettera aperta al Pistolero di Orfani

[Se odiate gli SPOILER, trasferitevi su un altro pianeta, oppure imparate a non leggere post indirizzati a personaggi di fantasia!]


Caro Ringo,

ora che tutto è finito
puoi davvero godere il sacro riposo del guerriero.
E chi meglio di te se lo merita?
Hai combattuto per tutta la vita
contro tutto e contro tutti,
anche quando le circostanze sembravano disperate,
e ce l’hai fatta.
Sempre.
Sei diventato un simbolo di speranza per chi subisce un potere ingiusto.
Sei stato un modello di coerenza straordinario da seguire nella lotta, nella vita quotidiana e nei rapporti umani.
Sei sempre riuscito a tener fede alla parola data, anche alla fine.
E sei stato in grado di portare a compimento anche la tua ultima missione: salvare chi ami.
Il tuo sacrificio non è stato vano.
C’è chi ti ricorderà.
E ci sarà chi – ne siamo certi – ti vendicherà.
Ora riposa, Ringo.
Gli Audaci veglieranno su di te.

RolandoVeloci






P.S. Ah Ringo, lo sai che anche noi mangiamo la carne di cavallo? In Puglia, sai... Se ti trovi da queste parti, quando hai finito di fare le cose tue, ti portiamo in una macelleria buona!

P.P.S. Magari invitiamo anche l'amico Franco Busatta, che ultimamente le sue introduzioni agli albi si sono incupite un po', così forse con del cibo buono si riprende. Abbiamo anche il pane che... Va be', questa è un'altra storia....

[G.L.]


Nessun commento:

Posta un commento