martedì 5 maggio 2015

Comicon 2015: foto e dediche Audaci!

Di ritorno dal festival napoletano, impossibile non condividere alcuni bei momenti...


Quando si va per la prima volta a un Festival, ci si può aspettare di tutto eccetto... Di non essere delusi! Conoscendo Lucca Comics potresti essere terrorizzato dal casino di gente e stand e cosplayer e caos primordiale; rimembrando Romics potresti obiettare il casino folle con i mezzi pubblici; invece, ripensando al Napoli Comicon a circa due giorni dalla fine dell'edizione 2015, ci sono soprattutto tanti ricordi belli che affollano la mente.
Ricordi fumettosi che coinvolgono autori come Tuono Pettinato, Matteo Casali, Giancarlo Berardi, Giuseppe Palumbo, Zerocalcare, Matteo Scalera, Giacomo Bevilacqua e Kevin O'Neill. E tanta tanta altra gente incrociata in una fiera ben organizzata, dai bei contenuti e dove le cose da seguire, vedere e fotografare non mancavano.
Eccone un audace resoconto per immagini!

Dalla mostra del Comicon dedicata ai dieci anni della casa editrice Becco Giallo, sempre molto attenta a raccontare, mediante il fumetto, la nostra realtà. La citazione di Primo Levi è inserita nella prefazione del volume "Disegni degli internati nei campi di concentramento nazifascisti", ed. Becco Giallo.
Con Matteo Casali, tra le menti dietro Atomico, abbiamo avuto modo di parlare a lungo di editoria, crowdfunding e giochi di ruolo. Qui stava esultando per un traguardo che ha fatto molto piacere anche agli Audaci: la miniserie Rim City di Doc Manhattan e Daniele Orlandini ha raggiunto il budget previsto per essere messa in produzione! 

Giancarlo Berardi ci autografa l'edizione variant di Julia #200. Per celebrare il duecentesimo albo, al Comicon c'era una conferenza con lo stesso Berardi e una mostra dedicata alla criminologa. Ma per noi il top è stato incontrare il grandissimo Berardi e scambiarci quattro chiacchiere sul realismo e sull'amore verso i propri personaggi... Impagabile!

Una delle cose più belle del Comicon: il live painting. Cammini tra gli stand e a un certo punto ti giri e... C'è un maestro del fumetto a disegnare un'intera parete. In apertura di questo post avete potuto ammirare gli splendidi Dylan Dog e Groucho di Daniele Bigliardo. Qui, Diabolik ed Eva Kant secondo il mirabile pennello di Giuseppe Palumbo!

Altra iniziativa molto carina: il ring! Due autori si sfidavano in diretta su un ring. Qui, Tuono Pettinato doveva ritrarre Massimiliano Frezzato. Nel "gioco di specchi", visto che entrambi gli autori erano intenti a ritrarre l'altro, Tuono Pettinato ha ritratto anche se stesso...[Arbitro: Tito Faraci!]


Sempre dal ring, ecco invece Tuono Pettinato visto da Massimiliano Frezzato.


Una delle tavole di "Je suis strip", concorso per giovani autori incentrato sul tema "I fumetti possono essere una forma di giornalismo per raccontare la realtà?". Qui si cita Bob Dylan...

Se un uomo ha lavorato con Alan Moore, merita ogni nostra stima. Se poi è anche così gentile da concederci uno sketch, dobbiamo adorarlo per forza!

Nel Multiverso, pare ci sia un intero mondo in cui il ruolo di Batman è assunto da Panda. E i gargoyle parlano in romanesco e assomigliano ad autori poco mineralosi. Si ringrazia Giacomo Bevliacqua [vi prego, editori, smettetela di fare cover bianche, sennò ci roviniamo!]

Matteo Scalera presentava al Comicon questo fumetto USA molto molto promettente (su testi di Rick Remender). Esaurito il terzo giorno della fiera allo stand Bao, ma gli Audaci, per definizione, son pure rapaci [e si erano premuniti il giorno prima!]

C'era Tuono Pettinato. C'era una cover di Star Wars tutta bianca da riempire. Che fai, non gli chiedi di abbellirtela? [Nota: poco dopo, lo stand Rizzoli/Lizard con Darth Tuono si era trasformato in una convention su Star Wars. O abbiamo lanciato una moda oppure siamo fumettofili mega banali!]

Zerocalcare. Che ci ringrazia [inserire faccine soddisfatte]!

Finiamo con l'inizio: appena arrivati al Comicon, gli Audaci assistono all'utilizzo di mezzi alternativi per raggiungere la Mostra d'Oltremare.


Nessun commento:

Posta un commento