sabato 3 gennaio 2015

Bonelli, l'anno che verrà

Le uscite più promettenti del 2015 (o, perlomeno, dei primi mesi) della casa editrice di via Buonarroti



Da sempre una delle case editrici più rappresentative del fumetto italiano, la Sergio Bonelli Editore sembra prepararsi a portare in edicola nei prossimi dodici mesi alcuni albi davvero interessanti (o, almeno, questo è quanto si può intuire dalle anticipazioni fornite sinora). 
La massiccia presenza a Lucca Comics & Games 2014 (tra le fantomatiche variant cover e un intero padiglione con ospiti stratosferici), il lancio di nuove serie (vedi: Lukas e Adam Wild), il rilancio di Dylan Dog e il maggior approccio con la multimedialità (dal motion comic di Orfani su Rai 4 al libro di Dragonero) sono solo alcuni dei motivi per cui quello appena trascorso probabilmente passerà alla storia come l'anno del rinnovamento e dei record (vedi quiper la casa editrice di via Buonarroti 38.

Seguiteci quindi nel nostro audace percorso sulle novità che ci sembra giusto non perdere, in una sorta di promemoria (ovviamente incompleto e incentrato sui primi mesi dell'anno) a cui sicuramente si andranno ad aggiungere tanti tanti altri albi...

















Il Tex di Eleuteri Serpieri

Il Ranger sarà protagonista, a febbraio, di un'avventura scritta e disegnata da Paolo Eleuteri Serpieri, autore di fama internazionale che (per chi non lo conoscesse) ha realizzato Druuna ma anche tante storie per Lanciostory, Orient Express L'Eternauta. Questo artista, che negli anni ha saputo interpretare magnificamente gli scenari western, si cimenterà nella realizzazione di un volume che è speciale anche per le sue caratteristiche editoriali: a colori, cartonato e di grande formato, potrebbe andare ad inaugurare una nuova tipologia di pubblicazioni per la casa editrice.



Non dimentichiamo poi un altro maestro assoluto del fumetto internazionale: Enrique Breccia, già autore quest'anno della bellissima variant cover di Adam Wild #1, è al lavoro su un Texone (su testi di Tito Faraci) che verosimilmente dovrebbe esser pubblicato a giugno di quest'anno.



Mercurio Loi

Per ben due anni di fila la collana Le Storie inizia l'anno con una storia firmata da Alessandro Bilotta e Matteo Mosca. L'anno scorso è avvenuto con Friedrichstrasse, quest'anno con Mercurio Loi, albo che si preannuncia peculiare per tutta una serie di motivi.
Innanzitutto per gli autori. Come detto, la coppia costituita da Bilotta e Mosca ha già realizzato degli albi per Le Storie (anzi, attualmente è quella con all'attivo il numero maggiore di albi per tale collana): oltre alle due già citate, sempre alla coppia di autori è da attribuirsi quel gioiello intitolato Il lato oscuro della luna, Le Storie #5 (da noi premiato come Miglior Episodio per la categoria Fumetto Italiano negli Audaci Awards 2013).



Tornando a Mercurio Loi, si tratta di una vicenda ambientata nel 1825 a Roma (la Roma tanto cara a Bilotta, come ben sappiamo!) tra fantasmi, misteri e indagini al limite dell'ignoto. Lo stesso Bilotta ha annunciato sulla propria pagina fb che si tratta di "un nuovo fumetto, mio e di Matteo Mosca. Ci abbiamo lavorato per un anno e mezzo e lo abbiamo concepito come una serie di cui l’episodio che esce tra un mese nelle Storie della Bonelli è solo il primo." 
Quindi, l'altro motivo di interesse è che, se questo "italico Sherlock Holmes" dovesse conquistare i lettori, potrebbe non essere l'ultima volta che ne leggiamo le vicissitudini!



Dragonero incontra Zagor

La Darkwood di Zagor incontrerà l'Eròndar di Dragonero in uno speciale estivo a colori realizzato da Vietti e Venturi che appare già appassionante: due universi fantastici che si incontrano, due diverse generazioni di eroi che combattono fianco a fianco...



Dampyr 

Per i testi di Samuel Marolla (con sceneggiatura realizzata a quattro mani insieme a Diego Cajeli), tornano i magnifici disegni di Alessio Fortunato sulla serie regolare dedicata ad Harlan Draka. L'albo, in uscita a febbraio, tra una location da urlo (un ospedale scozzese) e comprimari da non trascurare (una cacciatrice di fantasmi) sembra promettere davvero bene. Questo senza citare, nei numeri seguenti, il ritorno di vari personaggi dal passato e l'esordio di un autore come Maurizio Rosenzweig sulla serie.


















Dylan Dog: arrivano John Ghost e tanti nuovi autori!

Senz'altro importante sarà l'esordio di John Ghost, nuovo personaggio del cast di Dylan Dog che esordirà a gennaio nell'albo n.341, Al servizio del caos (scritto da Roberto Recchioni e disegnato da Daniele Bigliardo e Angelo Stano).





Inoltre, è giusto sottolineare come siano promettenti gli albi fuoriserie del nuovo corso: dal Color Fest che torna alla sua originaria natura sperimentale (ospitando autori "alternativi" come Akab, Ausonia e Niccolò Pellizzon) allo Speciale dedicato alla prosecuzione della saga sul "Pianeta dei morti" di Alessandro Bilotta, fino all'Almanacco che seguirà le vicende di Bloch, ormai in pensione, in quel di Wickedford (sceneggiate da Michele Medda e disegnate, quest'anno, dall'inossidabile Bruno Brindisi).





Lukas, il finale della prima stagione

Con Mostri, il dodicesimo albo di Lukas in uscita a febbraio, termina il primo ciclo di storie sul Ridestato ideato da Michele Medda con il contributo grafico di Michele Benevento. La serie ha rappresentato uno dei debutti più convincenti del 2014 e non dubitiamo che anche quest'anno ci saprà regalare grande pathos!



Ringo, e poi...?

Proseguirà il viaggio nell'Italia post-apocalittica di Ringo e dei suoi giovani amici (tra cui suo/a figlio/a), sempre più verso Nord (passando anche da Lucca, forse per fermarsi a uno stand a firmare autografi?).
Ovviamente non si sa ancora molto su come proseguirà la serie (nè tantomeno sulla terza stagione), ma di sicuro non vediamo l'ora di leggere gli albi disegnati da autori come Giancarlo Olivares o il maestro Paolo Bacilieri!







Coney Island (e la collana di miniserie brevi a seguire)

Impossibile chiudere senza un accenno e un saluto a Giuseppe Barbati, quarant'ottenne disegnatore scomparso nel novembre scorso. Barbati, spesso in coppia con Bruno Ramella come inchiostatore, aveva realizzato, tra le altre cose, vari storici episodi di Magico Vento insieme a Gianfranco Manfredi. Lo stesso trio di autori (Manfredi ai testi, Barbati e Ramella ai disegni) pubblicherà a marzo Coney Island, miniserie in tre albi "davvero stravagante" ambientata nel grande parco divertimenti di New York negli anni '20, che "mescola gangsterismo e paranormale" (come ha affermato lo stesso Manfredi in una recente intervista).


Questa miniserie, oltre ad essere interessante per trama e autori coinvolti, rappresenta il debutto di (una sorta di) nuova collana Bonelli. Infatti, al posto dei Romanzi a fumetti pubblicati in un'unica soluzione, d'ora in poi si susseguiranno brevi miniserie con i romanzi "spezzettati" in tre o quattro albi (come annunciato a Lucca Comics & Games 2014 e riportato qui). I prossimi titoli, già annunciati, di queste miniserie saranno: Avana di Masiero e Suarez; Cheyenne di Masiero e Valdabrini; Hellnoir di Ruju e Freghieri; Tropical blues di Mignacco; Batista di Barbato, Furnò e Armitano; La bestia di Enna e Siniscalchi.





Insomma, con questo per ora è tutto, senza dimenticarci poi delle altre serie incentrate su personaggi che, per motivi di spazio, non abbiamo citato: da Martin Mystère a Nathan Never, da Julia a Brendon (che proseguirà con una serie di speciali a colori), da LilithSaguaro (davvero in chiusura a brevissimo?), fino a giungere al "giovane" Adam Wild.
Un saluto audacissimo e pieno di voglia di avventura!

Il Sommo



Nessun commento:

Posta un commento