sabato 16 marzo 2013

RAT-MAN #94

“I nuovi eroi”



Una lunga avventura nuova di zecca parte con questo numero di Rat-Man.
L’inizio di una quadrilogia, che nell’immancabile introduzione di Andrea Plazzi ci viene presentata come “quattro numeri densi e fitti di vicende, rimandi, riferimenti, fila da tirare, trame da tessere e disfare, ritorni dal passato e slanci verso il futuro”
E, soprattutto, conosceremo...I Vendicatopi (nel prossimo numero, ovviamente!)!


Insomma, il Ratto ha aperto una scuola per aspiranti supereroi, la cosiddetta scuola “Nuovi eroi”, in cui insegnerà ai malcapitati ragazzi come farsi picchiare da un supernemico, ma anche altre cosine fondamentali come: segnarsi il punto preciso del film di Lanterna Verde a cui ci si addormenta, o comprendere come mai Superman debba correre più veloce di un treno (indizio: il buon Clark dimentica spesso di mettere la sveglia!). Ancora una volta, come succede sempre più spesso ultimamente, Ortolani sceglie di dividere l’albo in due storie a mo’ di comic book americano. 
Nella prima parte, intitolata appunto “I nuovi eroi”, Rat-Man ritrova Tresh, suo immondizievole ex collega supereroe nella Seconda Squadra Segreta, quando erano giovani! Ritroviamo anche molti comprimari importanti come Arcibaldo, Cinzia, e la famiglia di Brakko (tra cui la “socievole” moglie). Ma il vero incontro-clou per Rat-Man avverrà qualche pagina dopo, in “Se questo è un sogno!”, dove durante l'imperdibile festa di addio dell'Uomo Mosca avrà l'occasione di rivedere Kimmy, sua vecchia fiamma, anche lei in passato membro della Seconda Squadra Segreta.
E allora, tra un flashback e un momento romantico, tra una battuta sulla robustezza e un fraintendimento, arriviamo alla fine dell'albo dove troveremo nientemeno che...(superspoiler iper-annunciato)...Nick Fury!

Uno dei primi bozzetti di Leo su Samuel L. Jackson-Fury
Termina così questo episodio in cui sembra ripristinarsi una certa “normalità”, termine quantomeno approssimativo quando si parla di una serie così imprevedibile e pazzesca come quella di Ortolani. Di sicuro, riprendiamo le fila di ciò che i personaggi fanno nel presente, dopo varie divagazioni nelle saghe precedenti. E ci prepariamo a un radioso futuro. Con, in sottofondo, quella costante e crescente sensazione che tutto si stia riannodando, che parecchi nodi stiano venendo al pettine.
Vi lasciamo con un consiglio: non rivelate mai il finale dei film a mostri minacciosi che  perdono facilmente il controllo. Ratti avvisati...
Giuseppe "Giuppo" Lamola


RAT-MAN COLLECTION n.94

“I nuovi eroi”
“Se questo è un sogno!”
“Quelli di Parma” (1996)

Testi, disegni e copertina: Leo Ortolani
Colori copertina: Lorenzo Ortolani
Editore: Panini Comics
Data: Gennaio 2013

Nessun commento:

Posta un commento