venerdì 4 gennaio 2013

LA RIVOLTA DEI SEPOY

da "LE STORIE" di De Nardo & Brindisi




La più bonelliana delle “Storie” finora proposte: su questo non c’è ombra di dubbio. 
Così come siamo sicuri che anche questa terza uscita della nuova antologica Bonelli non deluderà gli appassionati di romanzi e albi a fumetti di avventura.
Dopo “Il Boia di Parigi” e “La Redenzione del Samurai” ecco che con questo albo si entra nel cuore dell’Avventura (con la A maiuscola). Non ce ne vogliano i sempre bravissimi Barbato e Recchioni, ma De Nardo ha messo in piedi una storia che non avrebbe stupito se fosse uscita dalla penna di Sergio Bonelli in persona (e questo – per alcuni – potrebbe essere un limite, un difetto: per noi Audaci è un pregio!). 
Complice forse anche la splendida copertina del maestro Aldo Di Gennaro, che riesce a mandarci indietro nel tempo, è facile convincersi di avere tra le mani un albo figlio di un'altra epoca: diciamo meno caotica di quella che stiamo vivendo oggi, ma sicuramente più umana…



Merito di un’ambientazione degna dei migliori romanzi di Salgari (e perché no di Stevenson, Kipling e loro pari?), in questa “La Rivolta dei Sepoy” si respira aria di avventura nel più classico e nel più nobile dei sensi: dove la Storia reale si intreccia con la fantasia dell’autore, dove le passioni guidano le coscienze dei protagonisti, dove amore e odio sono in perenne contrasto, dove la vendetta dei giusti è più forte dell’avidità dei cattivi, dove ogni uomo può scoprirsi eroe e dove dietro ogni potente può celarsi un essere meschino e privo di scrupoli. 
Tutto questo è la grande avventura, tutto questo è “La Rivolta dei Sepoy”.



I topoi per rendere questa storia ricca di interesse ci sono tutti: l’ambientazione esotica resa alla perfezione dalla maestria della matita di Bruno Brindisi (l’India di metà Ottocento); l’amore ostacolato tra Jim - figlio di un valoroso sergente inglese e di un’indiana – e la giovane Elisabeth promessa sposa dello spietato tenente Jefford; lo scontro ideologico tra colonizzatori (la britannica Compagnia delle Indie Orientali) e colonizzati (popolo indiano e i Sepoy, soldati indiani al servizio degli inglesi); la tenzone tra il sergente maggiore Donovan eroico protagonista dell’albo e il viscido e scorretto tenente Jefford. Mica volete che vi dica come va a finire, ma vi basti sapere che non sono tutte rose e fiori e potrebbe persino scapparvi una lacrimuccia.



Un albo, infine, che tutti i bonelliani doc non si lasceranno sfuggire!
ROLANDOVELOCI


















LE STORIE
serie regolare n. 3

SERIE: LE STORIE
NUMERO: 3
DATA: dicembre 2012
SERGIO BONELLI EDITORE

“La Rivolta dei Sepoy”

COPERTINA: Aldo Di Gennaro
SOGGETTO E SCENEGGIATURA: Giuseppe De Nardo
DISEGNI E CHINE: Bruno Brindisi

Nessun commento:

Posta un commento