martedì 30 ottobre 2012

RASL

Ritorna Jeff Smith





Jeff Smith, il creatore di Bone, torna con un nuovo fumetto. 
Sempre underground, sempre autoprodotto, sempre attesissimo. Questo primo volume è uscito solo pochi giorni fa e sarà una delle punte di diamante della Bao Publishing a Lucca. Contiene i primi 3 capitoli di questa storia che in patria si è già conclusa col numero 15 (facendo due conti, dovrebbero essere 5 volumi in tutto).

Come già Terry Moore con il suo Echo, Smith si addentra nella fantascienza intingendola di nozioni di fisica, partendo dal punto di vista che viaggiare tra universi paralleli sia una cosa in definitiva fattibile. E ci mette del noir, sottolineandolo con un tratto maggiormente realistico rispetto al tondeggiante Bone, in un bianco e nero che è dominato ora dal bianco e ora dal nero.
Il protagonista è l’omonimo Rasl, ladro interdimensionale che a un certo punto fa casino tra i vari universi e giunge nel posto sbagliato. Così dà il via (o forse è semplicemente vittima) di un intreccio che si fa sempre più improntato al mistero. 
E nel terzo capitolo un brillante flashback ci fa capire meglio qualcosa riguardo il suo passato. Nel presente invece si trova a viaggiare di nuovo, all’infinito, tra le diverse dimensioni per acchiappare uno strano essere antropomorfo dagli occhi lucertolini che ha ucciso una ragazza a lui cara.

 Smith non fa altro che farci venire l’acquolina in questo primo atto di una storia che ovviamente si interrompe sul più bello, ricordandoci quante perle possono essere nascoste nel variegato mercato fumettistico underground USA.

Giuseppe "Giuppo" Lamola




"RASL vol.1”

• Testi e disegni (e copertina): Jeff Smith
• Traduzione: Michele Foschini
• Editore: Bao Publishing










Nessun commento:

Posta un commento