sabato 30 giugno 2012

GREEN LANTERN #1

Caro Geoff Johns, ti scrivo….(tra bicchieri mezzi vuoti e nuove serie non così nuove)




Nota: quanto segue rappresenta una lettera aperta
Al buon Geoff Johns, narratore da anni delle gesta di Hal Jordan, alias Lanterna Verde
Forse scritta con eccessiva crudeltà verso una delle migliori serie del mercato fumettistico americano, scritta da uno sceneggiatore eccezionale, nonostante in questo momento l’audace autore del seguente articolo/recensione riesca a vedere solo “il (verde) bicchiere (di smeraldo)…mezzo vuoto”.
Caro Geoff, ti scrivo; e ti scrivo perché vorrei essere illuminato, dall’alto delle tue capacità di scrittore supremo della Dc, su alcuni dettagli (saranno davvero solo dettagli?). Intanto, caro amico Geoff, c’è chi alle coincidenze non ci crede: sei davvero il più furbo di tutti o siamo noi i soliti fan un po’ miopi?


hmmm...


[E’ l’ora però di un piccolo riassunto delle puntate precedenti perché tutto sia più comprensibile….
Allora: la serie appena conclusa di Lanterna Verde terminava con gli esiti della Guerra delle Lanterne Verdi (Lanterna Verde nn.21 e 22 della Lion), in cui, oltre a una miriade di dettagli su Lanterne sconosciute di cui molti potrebbero fare a meno, succedevano due eventi chiave: l’allontanamento di Hal Jordan dal Corpo delle Lanterne Verdi e l’assegnazione di un anello verde nientepopodimeno che a…Sinestro, colui che rappresenta (almeno apparentemente) il più grande nemico delle Lanterne Verdi, nonché il fondatore del Corpo delle Lanterne Gialle (per una guida completa ai colori nell’universo delle Lanterne vi rimandiamo alla prossima puntata di “Come far venire il mal di testa a un giovane fumettofilo!” su AudaciTv). Quindi, i cattivi stanno vincendo e…stop alle telefonate, la serie chiude!


"Si, lo voglio!"
Il punto è, ora, che con questo nuovo n.1 della Lion inizia la NUOVA serie di Lanterna Verde, quella del reboot, quella da cui ogni lettore dovrebbe poter cominciare a leggere le avventure di questo intrigante corpo di polizia intergalattico. Nuova, dicevamo… Eppure, a ben vedere, di nuovo non c’è granché!
Intanto, il team creativo è il medesimo della serie appena conclusa, composto dal suddetto amico Johns e dall’ “alieno” Doug Mahnke, disegnatore che sarebbe capace di rendere inquietante anche un padrone di casa che ti chiede l’affitto. 


L'AFFITTOOO!!!
Quindi, a differenza di tutte le altre serie del reboot Dc che vedono nuovi autori alla guida delle varie nuove serie, su “Green Lantern” niente di nuovo su questo aspetto, così come del resto nelle altre serie dell’universo delle Lanterne (“Green Lentern Corps” e “Green Lantern New Guardians”, sempre pubblicate su LV 1 della Lion, su cui vediamo all’opera rispettivamente le già note coppie Tomasi/Pasarin e Bedard/Kirkham), eccezion fatta per l’attesa serie sulle Lanterne Rosse scritta dal “novizio” Milligan e che sarà pubblicata presto in un volume a parte.
Veniamo però alla trama: la storia inizia col giuramento delle Lanterne Verdi, che scopriamo enunciato nientepopodimeno che da…Sinestro! Ma allora, la splendida cover disegnata dall’incommensurabile Ivan Reis non mentiva: 
Sinestro è una Lanterna Verde




Che novità, che sviluppo imprevisto per questo primo numero!  -.-''
Poco dopo incontriamo Hal Jordan, alle prese con la sua impulsività e con la vita quotidiana “terrestre”. Ma come, non è più una Lanterna Verde? Il suo più grande problema non è più quello di salvare la Terra, ma quello di trovare il modo di pagare l’affitto? Allora, c’è qualcosa che non quadra…….]


Caro Geoff, siamo già giunti al termine di questa breve comunicazione. 
Insomma, amico Geoff, dicevamo: chi vuoi prendere in giro? Questo, più che un numero uno è un nuovo sviluppo delle trame che avevi in mente, con idee davvero interessanti e promettenti ma…Perché ripartire da 1?



P.S. Scherzi a parte, ci sono davvero degli spunti interessanti in questo primo numero: in sole 22 pagine, oltre a quanto già citato, vediamo infatti Sinestro scontrarsi con le Lanterne del Corpo da lui stesso creato, oltre al fatto che nel finale contatta un nostro protagonista che ovviamente andava coinvolto….Rimane però il dubbio a cui Johns già da tempo ci voleva portare: se è vero che i Guardiani non sono così “puliti” come si pensava, allora Sinestro, il cui avversario principale era proprio il gruppo di omini blu alias i Guardiani, sarà uno dei buoni o un cattivo? Su questo argomento, quel riflesso giallo nei suoi occhi (nel disegno della copertina di Reis) non ci rassicura molto. 
Vabbè, alle prossime puntate….
Giuseppe "Giuppo" Lamola

il Giuppo Lanternone Audace









in breve >>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Recensione dell’albo
“GREEN LANTERN” 1
contenuto in
LANTERNA VERDE #1, maggio 2012 
Lion/RW edizioni

CREDITI ORIGINALI
• Serie: Green Lantern
• Numero: 1
• Data: Ottobre 2011

“Sinestro - Prima Parte”
• Testi: Geoff Johns
• Matite: Doug Mahnke
• Chine: Christian Alamy e Tom Nguyen
• Colori: David Baron

Nessun commento:

Posta un commento