sabato 23 giugno 2012

BATMAN (new) #1

Il trucco di Snyder e Capullo



Tutti quelli che lo aspettavano con ansia ne saranno rimasti entusiasti! 
Lo dico subito e senza indugi così chi non si vuole rovinare la sorpresa eviterà di leggere il seguito: “Il trucco del coltello” di Snyder e Capullo è l’albo perfetto! D’accordo? Contrari? Audaci e non audaci che siate, non potete esimervi dal leggere questa storia contenuta in “Batman” 1.

I motivi sono tanti ma noi ci limiteremo a segnalarvi quelli relativi alla bontà degli autori coinvolti nel progetto di rilancio della serie. Scott Snyder non è uno dei nomi più famosi del fumetto americano, ma state tranquilli che di questo scrittore newyorkese continueremo a sentir parlare in futuro. I più l’hanno conosciuto grazie ad “American Vampire” della Vertigo (i cui primi quattro numeri sono stati scritti dal re del brivido Stephen King), ma noi siamo certi che è sulle pagine della testata “Batman” che il suo nome si farà sinonimo di indiscussa qualità. Scommettiamo?


E che dire del buon vecchio caro Greg “Spawn” Capullo? Niente. Effettivamente lo conoscono proprio tutti grazie alla rivoluzionaria serie di Todd McFarlane (non in pochi temevano che il suo stile definito ‘gommoso’ non sarebbe stato adatto per le atmosfere tipicamente oscure nelle quali agisce Batman) e anche per lui siamo pronti a scommettere che si rivelerà una scelta azzeccata per il rilancio della serie. Vedremo!
Intanto c’è la storia, ripetiamo, da antologia che Snyder ha messo su: in poche pagine succede di tutto e vengono introdotti tutti i personaggi, tutti gli ambienti tipici della serie, tutte le novità. 
Nelle prime sette pagine, il maestro Snyder ci dà un taglio spettacolare su Gotham City e su Batman in azione (aiutato per l’occasione da un Joker molto speciale…).


Poi incontriamo il buon commissario Jim Gordon (sempre utile dispensatore di dritte) e successivamente entriamo nella batcaverna e a casa Wayne dove vengono passati in rassegna tutti gli amichetti di Bruce [Dick Grayson (Nightwing ed ex Robin), Damian Wayne (Robin) e Tim Drake (Red Robin dei Giovani Titani ed ex Robin)].


Ad attendere Wayne c’è tutta la Gotham che conta e il nostro si lancia in uno dei suoi soliti discorsi acchiappa-consensi (ha in mente di investire massicciamente per creare la nuova Gotham e ripulirla dal marcio che c’è… ci riuscirà? Mah! È una vita che ci prova!). A questo punto - finalmente - vediamo il fido maggiordomo Alfred Pennyworth e un personaggio che potrebbe rivelarsi importate per il prosieguo della serie (Lincoln March, uomo d’affari e aspirante sindaco di Gotham).
Ovviamente sul più bello della serata, Bruce è costretto a lasciare il posto per recarsi come Batman sul luogo di un orribile delitto (un uomo è stato letteralmente usato come bersaglio e massacrato a colpi di coltello da lancio) dove il killer ha lasciato un messaggio per Bruce Wayne (ma perché?): «Bruce Wayne morirà domani». 
Super colpo di scena finale: sul cadavere ci sono tracce del DNA di Dick Grayson (sarà lui il brutale assassino?!)


Detto questo: perché contenere l’entusiasmo per un prodotto del genere? Sarebbe ingiusto oltre che sbagliato. Snyder è un prodigioso narratore e Capullo un maestro del disegno e uno storyteller di sicuro impatto: che cosa si può volere di più? Niente! Infatti questo albo recensito in questa sede è, per chi scrive, il miglior numero 1 DC uscito: da manuale!
ROLANDOVELOCI


Gallery > Greg Capullo












Recensione dell’albo BATMAN 1
contenuto in BATMAN #1, maggio 2012, Lion/RW edizioni

Crediti originali
• Serie: Batman
• Numero: 1
• Data: Novembre 2011

“Il trucco del coltello”
• Testi: Scott Snyder
• Matite: Greg Capullo
• Chine: Jonathan Glapion
• Colori: FCO Plascencia


Nessun commento:

Posta un commento