giovedì 5 aprile 2012

FLASH, il lampo umano al servizio della giustizia e della scienza (Flash n.0)


Ci sono degli albi che dovrebbero far parte di ogni collezione che si rispetti, a prescindere dai gusti più o meno esterofili. 
Parlo di quelli in cui le storie sono deliziose e godibilissime, scritte e disegnate da grandi nomi del fumetto internazionale, con trame insieme semplici e geniali, quasi ingenue ma al tempo stesso irresistibili… Bene, l’albo che mi accingo a recensire è uno di questi: è uscito a gennaio 2012 e se ve lo siete perso tanto peggio per voi! Scherzi audaci a parte, questo numero zero (albo speciale da collezione) pubblicato dalla neonata RW Lion per pubblicizzare le sue nuove testate è davvero una scelta vincente: vengono presentate due storie del passato del velocista rosso che non presuppongono una dettagliata conoscenza pregressa e riescono a conquistare subito il lettore per la loro squisita bontà artistico - letteraria.




La prima, “Ombre sotto il sole”, è una storia breve completamente realizzata dal maestro John Byrne (c’è bisogno di presentarvelo?! No? Ah, ecco… Bravi!) e pubblicata su “Flash 80-Page Giant” nell’agosto 1998. 

“Flash 80-Page Giant”
Il siparietto allestito da Byrne ha come protagonisti Jay Garrick (il Flash della Golden Age) e Barry Allen (forse il Flash più amato di sempre dai fan) che si trovano in un ristorante con le rispettive compagne, Joan Garrick (moglie e custode del segreto del vecchio Flash) e Iris West (fidanzata di Barry Allen che ignora la vera identità del suo uomo). A un certo punto un vecchio nemico dei nostri, L’Ombra (creduto morto durante un tentativo di fuga di prigione), fa irruzione nel locale e rapisce le due signore. I due Flash si lanciano all’inseguimento dell’ombramobile (ebbene sì!) ma, nonostante i loro tentativi di bloccarla, non sono in grado di fermare la corsa del mezzo. Successivamente Byrne ci porta nel covo de L’Ombra il quale, come ogni cattivo che si rispetti, non perde occasione per svelare il suo piano malvagio alle sue vittime (e cioè oscurare completamente le due città di Keystone City e Central City). Il criminale, certo della riuscita del suo piano, viene sorpreso ben presto dai nostri eroi che hanno eluso un suo trucco visivo e successivamente individuato il suo covo. Mettere al tappeto L’Ombra è un gioco da ragazzi per i due Flash i quali, altrettanto velocemente, compongono una complicata sequenza numerica (provano ovviamente milioni di possibilità in pochi secondi!!) che annulla la minaccia dell’oscurità che gravava sulle due città.

“Atom e Flash"
La seconda storia, “Atom e Flash: la Sfida del Mondo in espansione”, è molto più lunga e si articola in tre parti. In questo caso la felicissima penna del
veterano Bob Haney (1926-2004, vera e propria colonna creativa della DC per decenni) mette a punto un’avventura solidissima che attinge a piene mani dalla fantascienza classica e che grazie ai disegni del compianto artista Alex Toth (1928-2006, stroncato da un infarto mentre sedeva al tavolo da lavoro) è capace di inarrivabile e strabiliante dinamismo. 
Questa volta ad affiancare Flash (Barry Allen) è il suo caro amico Atom (Ray Palmer), l’unico uomo capace di ridurre le proprie dimensioni fino a quelle di un atomo. Tutto inizia quando “un certo” Barry Allen della polizia scientifica sente in centrale che c’è un’emergenza: un fiume d’acqua si è trasformato in un fiume di lava e minaccia la città! Allora, in un baleno (o in un lampo, se preferite!), il nostro Flash si dirige sul posto e riesce a risolvere la situazione. Tornato in laboratorio analizza un campione di materia e si rende conto che non si tratta di qualcosa di questo mondo! Subito dopo questo spiacevole episodio della lava, la città è minacciata da un’infinita varietà di pericoli ai quali Flash deve far fronte (anche sacrificando tempo prezioso al rapporto con la sua fidanzata Iris, la quale non gradisce affatto!). Intanto nel suo laboratorio il noto genio scientifico Willis Stanton si arrovella per risolvere un suo “mysterioso” (concedetemelo!) problema e decide di ricorrere all’aiuto di Atom il quale si precipita al suo laboratorio e si lancia in un’avventura imprevedibile per il bene della scienza e dell’umanità. 
giusto per capirci...
In un modo del tutto spettacolare, Atom si ritrova catapultato in un altro mondo che si scopre governato da un usurpatore – tale Attila-5 – che ha costretto un gruppo di scienziati ad atterrare con il loro pianeta (precedentemente ridotto a poco più di un sassolino per evitare una collisione disastrosa con un astro nel loro sistema solare) sulla terra per trovare una soluzione definitiva ai loro problemi di assetto dimensionale. 
Per fare questo gli scienziati – sempre sotto minaccia del dittatore ma segretamente avversi a questa operazione – si stanno servendo telepaticamente dell’ignaro dott. Stanton che attraverso il sacrificio di Atom sta riuscendo a sostituire la terra con il pianeta alieno! Ma Flash – penetrato anch’egli in questo mondo in continua espansione – riesce a impedire che la catastrofe abbia luogo, mette in salvo sé e Atom e in più riesce a far sì che i buoni (su tutti Larnus e la sua bella figlia, Arbellice) del pianeta alieno riprendano in mano il potere e ritornino nello spazio a cercare una posizione più comoda per ‘espandersi’ nuovamente.
Quanta audacità, ed era ‘solo’ il 1964…onore ai maestri Haney e Toth!

ROLANDOVELOCI
P.S. E se vi salutassimo sottolineando che “The Brave and the Bold” in italiano vuol dire più o meno “Il coraggioso e L'AUDACE”? Citazionismo! (by Giuppo)



FLASH
• Serie: Flash /Albo speciale da collezione
• Numero: 0
• Data: Gennaio 2012

“Ombre sotto il Sole”
• Testo, disegni e chine: John Byrne
• Colori: Mike Danza

“La Sfida del Mondo in espansione”
• Testo: Bob Haney
• Disegni e chine: Alex Toth
• Casa editrice: Lion Comics (divisione editoriale di RW Edizioni)
• Crediti originali: storia “Ombre sotto il Sole”, tratta da “Flash 80-Page Giant # 1, agosto 1998, DC Comics; storia “Atom e Flash: la Sfida del Mondo in espansione”, tratta da “The Brave and the Bold” # 53, maggio 1964, DC Comics.

Nessun commento:

Posta un commento